Excite

L'ultimo treno

Le Ferrovie sono sull'orlo del fallimento. A lanciare l'allarme è il neo amministratore delegato Mauro Moretti nel corso di un´audizione al Senato.
"Le Ferrovie si sono svenate non hanno più risorse e lo sbilancio è tale che non permette più di andare avanti in una situazione di indebitamento finanziario. Non abbiamo le spalle grosse. Gli immobili li abbiamo già venduti tutti, ci sono altre aree ma dobbiamo farle maturare e lavorare con gli enti locali perché non possiamo regalarle", ha detto il manager.
La crisi finanziaria piu' consistente è quella di Trenitalia, il cui sbilancio nel 2006 è stimato a 1,707 miliardi.

assolutamente indispensabile per noi la ricapitalizzazione di Trenitalia", ha detto Moretti, "altrimenti corriamo il rischio non in tempi lunghi, ma brevi, di portare i libri in Tribunale".
L'amministratore delegato ha poi puntato l'indice contro il governo che ha tagliato i trasferimenti pubblici: "Se lo Stato vuole ridurre i trasferimenti verso questa società può farlo ma, insieme, deve esprimere quali sono i servizi in meno che vuole facciamo".

Il rischio maggiore riguarda l'alta velocità: "Se ci sono soldi possiamo mantenere i cantieri aperti. C'è bisogno di risorse per mandare avanti i lavori sulla linea Napoli-Torino altrimenti si entra in un contenzioso drammatico e si rischia di spostare in avanti di 2-3 anni la consegna dei lavori il cui termine è previsto per il 2009".

Moretti ha detto che i vertici Fs hanno chiesto al governo "lo sblocco della questione Ispa, che ha congelato anche la partita dei pedaggi che potrebbero invece rappresentare la leva per poter fare operazioni finanziarie".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016