Excite

Luna Grillo chiede scusa per la cocaina: "Ho sbagliato, sono stata fessa"

  • Facebook

Ha scelto il suo profilo Facebook per chiedere scusa a tutti ed ammettere di aver compiuto un errore: Luna Grillo, figlia del comico genovese e leader del Movimento 5 Stelle, era stata trovata con quasi mezzo grammo di cocaina durante un controllo stradale a Rimini. Una circostanza che ha fatto subito il giro del web, così la ragazza ha scelto proprio la rete per fare mea culpa.

Luna Grillo: guarda le foto

Con un post sulla sua bacheca Facebook, la trentaduenne figlia di Grillo e della prima moglie Sonia Toni, ha addossato la colpa dell'accaduto alla propria ingenuità: "Vorrei ringraziare chi mi sta vicino in questo momento - ha scritto Luna Grillo - a volte si sbaglia nella vita... ed è giusto affrontarne le conseguenze... però quanto è vero che x esser troppo buoni si finisce col diventare fessi e irresponsabili..e col crearsi casini che non ci appartengono... ma spero con tutto il cuore che i responsabili di questa merda possano continuare a vivere nel peggiore dei modi". Una presa di distanza, quella della figlia di Grillo, dall'utilizzo della coca e allo stesso tempo l'ammissione di aver commesso una sciocchezza.

Luna Grillo trovata in possesso di cocaina

La stessa spiegazione era stata fornita dalla madre della ragazza subito dopo la divulgazione della notizia: Sonia Toni aveva difeso la giovane sostenendo che era stata incastrata e che l'unica sua colpa era quella di essersi "fidata della persona sbagliata". La vicenda si era abbattuta come un fulmine nei cieli già tempestosi che accompagnano il Movimento 5 Stelle nell'ultimo periodo: con le divisioni tra la base e i vertici (Grillo e Casaleggio) e le discussioni sulla democrazia interna, esplose con i casi Tavolazzi, Favia e Salsi, anche i consensi strepitosi del Movimento hanno subito qualche leggera flessione. Tanto che Sonia Toni ha messo le mani avanti, provando a dissuadere eventuali azioni di sciacallaggio mediatico sulla pelle della figlia e del Movimento: "Vorrei soltanto ricordare a tutti gli avvoltoi che affonderanno le loro zampacce in questa situazione che in questo modo non faranno altro (come sempre del resto) che rafforzare il Movimento 5 Stelle". Grillo, invece, ha preferito la linea del no-comment.

E' bene ricordare che nessun reato può essere contestato a Luna Grillo, ma solo un illecito amministrativo con la possibilità di sospensione della patente di guida e della validità dei documenti per l'espatrio. Durante il controllo stradale, in piazza Marvelli a Rimini, era stata la stessa ragazza a consegnare agli agenti i due sacchetti contenenti 0,30 e 0,16 grammi di droga ciascuno, quantità considerata per uso personale e non per spaccio. A rendere doverose le scuse su Facebook è stata l'eco mediatica della vicenda, che inevitabilmente ha fatto scalpore come qualsiasi altra notizia riguardi Grillo in prima persona o possa toccare anche indirettamente i 5 Stelle. Che ora hanno ben altro a cui pensare, visto che la spaccatura tra gli attivisti emiliani come Favia e la Salsi (applauditi dalla una parte della base ma "scomunicati" dal leader) e il resto del Movimento si arricchisce ogni giorno di nuove lotte intestine combattute a suon di fuorionda imbarazzanti...

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017