Excite

L'urna bios di Martin Azua, ecco come si diventa alberi da morti

  • Facebook

di Simone Rausi

La cosa ha un che di poetico, c’è da ammetterlo: un albero che cresce dalle ceneri di un defunto. Altro che reincarnazione, siete stati degli esseri umani ma un domani sarete degli alberi. La vita che nasce dalla morte. Amen. Siete disorientati eh? Allora fatevi spiegare come funziona l’Urna Bios inventata dallo spagnolo Martin Azua così, dopo una toccatina ai gioielli d’obbligo, potrete pensare in un modo del tutto nuovo alla vostra dipartita.

Saccheggiata la tomba di Rino Gaetano

Avete presente le urne cinerarie, quei contenitori barocchi che contengono le ceneri dei defunti e che nei film finiscono sempre sparse in mezzo all’oceano? Il designer Azua ne ha realizzato una serie completamente biodegradabile. I parenti, invece di salpare sul primo veliero e viaggiare verso l’orizzonte, potranno lasciare l’urna con le ceneri praticamente dovunque, magari in un bosco. L’urna, realizzata in noce di cocco, si scioglierà col tempo. Ma veniamo al contenuto…

All’interno le ceneri saranno mescolate con una torba compatta e cellulosa e conteranno il seme di un albero che, col tempo, crescerà pian piano, fiorirà e si trasformerà in un solido arbusto che segnerà per sempre il ricordo del caro estinto. Certo, fa tanto romanzo Harmony in salsa bio ma è sicuramente un’idea originale e intelligente. Riuscirà ad avere successo, o meglio, ad attecchire nella nostra cultura? Beh, nella terra dei funerali in pompa magna con abbondanza di lacrime e fiori, qualche dubbio resta sempre…

Nel frattempo sul web sono già partiti i primi commenti sarcastici: c’è chi vorrebbe diventare una pianta di marijuana e chi, finalmente, trova un senso al suo nome (questo lo scrive Pino). Chi preferirebbe diventare un prugno per mandare a…l bagno tutti e chi si immagina come un melo così la generazione futura potrà prendere “le mele dal nonno”. Quanta poesia sprecata...

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017