Excite

Madre e Black bloc: 'Giusto spaccare le vetrine'

"Non siamo certo venuti a fare una passeggiatina, a Roma. Con i cartelli, a ballare e cantare. A fare gli indignati con la puzza sotto il naso. Sono una cittadina incazzata". A parlare è una ragazza madre, intervista in esclusiva da Repubblica, che il 15 ottobre a Roma si è unita al gruppo dei Black bloc, seminando violenza per la città. 'Abbiamo il diritto di protestare. E distruggere le vetrine ha un senso - dice - Ma solo se rappresentano dei simboli. Simboli del potere finanziario, come le banche. E ha senso incendiare un suv, simbolo del lusso'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017