Excite

Maltempo, 3 morti a Grosseto per il crollo di un ponte

  • Infophoto

Il maltempo non dà tregua al centro-nord: la perturbazione che ha portato piogge e temporali questo week-end ha provocato una scia di danni e vittime che non accenna ad arrestarsi. La situazione più critica è a Grosseto, dove si è verificata una strage umana.

Emergenza allagamenti a Grosseto: guarda il video

Tre lavoratori che erano a bordo di un'autovettura dell'Enel sono rimasti intrappolati a causa del crollo del ponte sull'Albegna, a Marsiliana, nel comune di Manciano. I soccorsi sono riusciti ad individiuare i corpi dei tre operai, ma per loro non c'è stato nulla da fare: le operazioni di recupero dei cadaveri sono state guidate dai vigili del fuoco e sono durate diverse ore. Nell'auto erano presenti due uomini ed una donna, non ancora identificati.

Un'altra vittima del maltempo è un agricoltore di 73 anni, travolto da un torrente in piena mentre era nella sua auto a Capalbio. Anche per lui i soccorsi sono stati inutili, mentre è ancora ricoverata in gravi condizioni l'anziana trascinata dall'acqua ad Orbetello, anche lei a bordo della sua auto. Sale dunque a 5 il bilancio delle perdite dovute al maltempo: nella notte tra sabato e domenica, infatti, a Marina di Massa (Massa Carrara) un anziano di 79 anni, cardiopatico, è morto per infarto nella cantina di casa.

Sempre nel grossetano sette persone, tra cui tre bambini, e un cane sono state tratte in salvo da un elicottero dell'aeronautica militare che le ha recuperate dai tetti delle loro case, completamente inondate dall'esondazione del fiume Albegna.

L'intera zona della Maremma è bloccata dall'acqua e dal fango: gli allagamenti diffusi hanno imposto di tenere chiusa la statale Aurelia all'altezza di Orbetello. Proprio sull'Aurelia la situazione è notevolmente peggiorata a causa di una frana: all'altezza del km 149.300, entrambe le carreggiate sono state coinvolte in una voragine di circa 7 metri. Resta chiuso anche il tratto tra Valdichiana e Fabro in direzione Roma, e tra Orte e Chiusi in direzione Firenze dell'A1: l'autostrada è inondata al km 427 per un tratto di circa 300m, così come al km 485 in direzione nord. Anche la circolazione sulla dorsale tirrenica è fortemente limitata, con lo stop delle linee ferroviarie.

La condizione di dissesto idrogeologico in cui versa la regione è critica: il governatore della Toscana Enrico Rossi ha parlato di "situazione grave", rendendosi necessario l'intervento dell'esercito a sostegno della popolazione colpita dai nubifragi e dalle frane. Precipitazioni così intense non si verificavano in Maremma da ben 760 anni. Intanto l'allerta è alta anche nel Lazio, dove oggi è prevista l'ondata di piena del Tevere che a Roma raggioungerà il suo livello massimo all'ora di pranzo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017