Excite

Maltempo Puglia: nubifragi e allagamenti a Taranto, Lecce e Brindisi. Una vittima a Ginosa, quattro dispersi

  • YouReporter

E' salito a due il numero dei morti dell'ondata di maltempo che ha colpito l'Italia nel weekend: dopo che i soccorritori hanno ritrovato nella giornata di ieri il corpo del bambino travolto dal torrente Satello, nel grossetano, mentre era in macchina con il papà, questa mattina a Ginosa è stato recuperato il cadavere di Rossella Pignarosa, anche lei sorpresa da un'onda di piena mentre tornava a casa in auto. Cinque al momento i dispersi: il padre della piccola vittima in Maremma e altre quattro persone in Puglia.

Previsioni meteo ottobre 2013: Penelope porta pioggia e freddo. Roma a rischio nubifragi

E proprio la regione meridionale da 24 ore è letteralmente nell'occhio del ciclone. La zona maggiormente colpita è quella del tarantino, dove è avvenuto l'incidente costato la vita a Rossella: il violento nubifragio che ha imperversato tutta la notte e l'esondazione del fiume Brandano hanno causato l'allagamento di vie e abitazioni e il crollo di un ponte, bloccando i collegamenti e rendendo impraticabili le strade che conducono da Laterza a Santeramo in Colle e Altamura, in provincia di Bari, e a Castellaneta, in provincia di Taranto.

Chiuse anche "provvisoriamente" la statale 407 Basentana e la 106 Jonica, con l'Anas che fa sapere che "in prossimità del tratto chiuso della statale Jonica sono indicate le deviazioni sulla viabilità locale", mentre chi viaggia in direzione da o verso Taranto è obbligato a uscire a Ferrandina (Matera).

Nel capoluogo una donna e suo figlio sono stati tratti in salvo dai Vigili del Fuoco dopo essere rimasti bloccati nella loro macchina in panne, ma stando alle ultime notizie riportate da La Repubblica sono ancora diversi gli automobilisti che attendono di essere liberati dal sottopasso di via Ancona, allagato per le forti piogge e trasformatosi in una vera e propria trappola.

Drammatica anche la situazione nel Salento e nel Brindisino. A Lecce sono centinaia le chiamate al centralino di emergenza, mentre il traffico è al collasso: il sottopasso di viale Leopardi è bloccato, sulla strada per Monteroni il nuovo manto stradale ha ceduto e un'altra voragine - transennata per oltre 30 metri - rende difficili i collegamenti tra Ugento e Acquarica del Capo. A Brindisi si registrano invece l'esondazione del del canale Patri e l'allagamento del reparto grandi ustionati dell'ospedale Perrino, mentre i voli da e per lo scalo locale sono stati dirottati sull'aeroporto di Bari.

Per quanto riguarda le previsioni, l'ondata di maltempo causata da Penelope continuerà ancora nei prossimi giorni, concedendo una breve tregua al Nord e al Centro mercoledì e al Sud a partire da giovedì, con un tempo comunque soggetto a forte variabilità. Dal weekend del 12 e 13 ottobre, quindi, una nuova perturbazione si abbatterà sull'Italia e le temperature subiranno un nuovo brusco valo, con minime di 15-16° e massime di 21-22°, anche se al Sud e sulla Sicilia venti caldi porteranno un'ultima (?) coda di estate, con 30° circa.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017