Marco Bruno, Servizio Pubblico: il perchè del gesto

Marco Bruno ospite ieri della puntata di Servizio Pubblico di Michele Santoro. Il no Tav dopo il video che lo ha visto protagonista e che ha fatto il giro del web spiega la sua versione dei fatti a Sandro Ruotolo. "Il mio gesto è un gesto che compio spesso quando faccio i blocchi e da dieci anni che facciamo queste cose". Poi Marco comincia con un'improbabile giustificazione: "Quando mi trovo di fronte a centinaia di forze dell'ordine armate fino ai denti, noi in dieci, in quindici, in cinquanta anche in cento seduti con le mani in alto... Per vincere la paura mi immedesimo nel mio idolo che è Peppino Impastato, cerco di essere un po' più canzonatorio. Mi avvicino ai cordoni e provo a interagire con le forze dell'ordine". Ruotolo gli fa notare che Peppino Impastato lottava contro la mafia non con la polizia: "Lo faccio perché ho paura, cerco di interagire", conclude il no Tav.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014