Excite

Maria Rosaria Ferraioli morta in ospedale per un ascesso alla gamba

Morta per un semplice intervento di routine. Domenica, il giorno di Pasqua, Maria Rosaria Ferraioli, una donna di 23 anni nata a Castellammare, ma residente ad Angri con il suo compagno, incinta di due gemelli che avrebbe partorito tra poco più di un mese, si è recata all'ospedale di Scafati, comune del Salernitano, per un ascesso alla gamba. L'intervento è durato poco, ma all'alba di ieri la donna è morta con i due piccoli che portava in grembo. Fatale per lei un improvviso malore che l'ha colta durante la notte. Una crisi respiratoria, seguita da tremori.

Sulla sua morte è stata aperta un'inchiesta e i carabinieri hanno notificato sette avvisi di garanzia ad altrettanti sanitari. Omicidio colposo è l'ipotesi di reato formulata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. I provvedimenti riguardano sei medici del nosocomio e il ginecologo che aveva in cura la donna. I medici indagati prestano servizio nei reparti di Rianimazione, Medicina e al pronto soccorso.

Cosa è accaduto spetterà ora ai magistrati stabilirlo. Ma i familiari della giovane non si danno pace. Si domandano cosa abbia strappato alla vita la ragazza che a breve sarebbe diventata mamma di due gemelli. La mamma di Maria Rosaria ha raccontato: 'Ha avuto solo la forza di dire che aveva un capogiro e poi un tremore'.

Il senatore Ignazio Marino, presidente della commissione d'inchiesta del Senato sul Servizio Sanitario Nazionale, ha fatto sapere che è stata avviata anche un'istruttoria dai carabinieri dei Nas che operano presso la Commissione.

Marino ha quindi sottolineato: 'L'impegno della Commissione non è teso a criminalizzare ospedali e medici, ma a chiarire cosa è successo e a fare quanto è possibile e necessario per evitare altre tragedie'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017