Excite

Marijuana di Stato Italia: la produrrà l'esercito per uso farmaceutico

  • Getty Images

di Simone Rausi

La notizia c’è ma verrà ufficializzata entro questo mese. Di certo abbiamo l’ok di Pinotti e Lorenzin, rispettivamente ministro della Difesa e della Salute: lo Stato Italiano produrra marijuana per uso terapeutico e la prima coltivazione – ed ecco cosa c’entra la Pinotti – sarà ad opera dell’esercito italiano.

Marijuana, coltivazione legale in Italia: sentenza storica

Sembra quasi paradossale e invece è già tutto deciso. L’esercito italiano metterà a disposizione lo stabilimento chimico militare di Firenze per la prima coltivazione di cannabis ad uso terapeutico. Questa servirà alla produzione di farmaci attualmente importati dall’estero (dove la cura con la marijuana è già realtà da un pezzo) e si tradurrà – tra l’altro – anche in un abbattimento dei costi non indifferente. La decisione arriva dopo una marea di polemiche (il timore è che questo sia un passo importante verso la liberalizzazione delle droghe leggere) ma la Lorenzin ha chiarito i punti, ha esposto l’esigenza di parlare della questione in toni “laici e asettici” e ha posto la sua decisione precisando che “Dal punto di vista farmacologico, non ci sono problemi sull’uso terapeutico della cannabis: nessuno mette in dubbio gli effetti benefici, ma va trattato come un farmaco.

I farmaci prodotti grazie alla marijuana coltivata serviranno a migliorare la qualità della vita di pazienti affetti da gravi patologie neurogenerative come Sclerosi multipla e Sla ma leniranno il dolore anche di malati oncologici o affetti da HIV. Sugli effetti dei cannabinoidi sui pazienti si sono espresse a lungo Le Iene mostrando risultati quasi (e apparentemente) miracolosi raggiunti da alcuni malati. Finora era stato difficilissimo reperire questi farmaci, senza considerare gli elevatissimi costi dell’importazione. Si stima che in Italia solo 60 persone sono riuscite, tramite le Asl, a beneficiare dei farmaci (La Stampa).

Le condizioni di coltivazione sarebbero quindi di assoluta sicurezza, regolamentate da un’istituzione. In attesa della comunicazione ufficiale si pensa ai preparativi nello stabilimento fiorentino. La sede della mini piantagione nasce nel lontano 1853 allo scopo di conservare farmaci destinati ai militari ma già da qualche tempo ha esteso la sua attività anche al settore civile.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017