Excite

Mario Cartasegna, pensione record per avvocato di Perugia: il doppio dello stipendio di Obama, il triplo di quello della Merkel

  • Corriere

di Simone Rausi

Altro che leader politici internazionali e presidenti di stati ultrapotenti. A fare le scarpe a tutti ci pensa un ex avvocato di Perugia, tale Mario Cartasegna, che a livello di vitalizi non teme il confronto con nessuno. Il signor Cartasegna, infatti, percepirebbe una pensione che in termini di valore economico sarebbe il doppio dello stipendio di Barack Obama e il triplo di quello di Angela Merkel.

Come richiedere la pensione di anzianità

A raccontare la sua storia per primo è stato il Corriere della Sera che poi ha anche intervistato l'ex professionista. A quanto pare Cartasegna percepirebbe un vitalizo del valore di 651mila euro l'anno. Praticamente una mensilità di circa 55mila euro. Sulla questione adesso sta indagando l'Inps ma l'avvocato tuona: "Lo so, è assurdo che incassi tutti questi soldi, ma cosa volete da me?". Il messaggio è chiaro: Cartasegna è il beneficiario di un incredibile tesoretto ma non vuole avere colpe: "Perchè ve la prendete con me?" .

Cartasegna è entrato al Comune di Perugia, dove è stato l'unico avvocato, nel 1978, tramite un concorso. Ha vinte moltissime cause e per ognuna di queste si è visto attribuire una percentuale (che lui precisa: "Si tratta del minimo della tariffa dell'ordine per le cause vinte"). Si tratta di un benefit – chiamiamolo così – mai abolito per chi è stato assunto con un contratto. Questi valori minimi, invece, vennero aboliti da Bersani solo per i liberi professionisti. Cartasegna però non è certo il solo ma è comunque quello che guadagna di più.

Nel 2010 Cartasegna propose all'Agenzia delle Entrate di venire pagato – per le cause ancora aperte – come un libero professionista dotato di partita Iva e non come un dipendente impiegato con contratto. In fondo, cinque anni fa, Cartasegna era già in pensione. Eppure, secondo il professionista, l'Agenzia delle Entrate rifiutò la proposta, una scelta che però lui giudica intelligente in quanto l'Agenzia avrebbe così risparmiato. C'è da dire che negli ultimissimi anni gli stipendi di Cartasegna sono enormemente lievitati, una coincidenza particolare – secondo il Corriere – considerato che tutto è avvenuto in prossimità del calcolo per la pensione. "Sono rimasto sorpreso anch'io" risponde l'avvocato. E alla domanda del giornalista che chiede se Cartasegna dovesse fare ricorso in caso di un cambio legislativo lui risponde "non so...".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017