Excite

Mario Frigerio è morto: il supertestimone della strage di Erba che incastrò Olindo e Rosa era sopravvissuto a una coltellata

  • Excite Italia

di Simone Rausi

E' morto questo notte Mario Frigerio, il supertestimone che - dopo essere scampato alla furia di Olindo e Rosa in quella che poi per tutti divenne la strage di Erba – incastrò la coppia rivelando tutti i dettagli del brutale omicidio. “Olindo aveva una sguardo da assassino che non dimenticherò mai” disse Frigerio in aula. L’uomo era riuscito a sopravvivere ad una coltellata alla gola ma aveva dovuto assistere impotente all’uccisione della moglie Valeria Cherubini, della vicina Raffaella Castagna e del il figlio di lei, Youssef Marzouk, di soli 2 anni. Uccisa anche la nonna di Youseff, Paola Galli. Frigerio aveva 73 anni ed è morto in seguito ad una malattia terminale. A darne notizia il suo avvocato questa mattina.

Olindo e Rosa: finito l’isolamento in carcere. Le lettere e i progetti dei due

Si torna quindi a parlare della strage di Erba dopo la notizia dello scorso 27 Agosto, giorno in cui Olindo e Rosa uscirono dall’isolamento. Marito e moglie, che scandalizzarono tutti al processo per i sorrisini e la complicità in aula, si vedono adesso tre volte al mese nonostante la detenzione in due diversi istituti penitenziari (lui a Opera, lei a Bollate). Entrambi lavorano in carcere e Olindo ha persino brevettato la dama per quattro partecipanti, una sua invenzione finita nei giornali. Viene quasi difficile tornare a quella notte dell’11 Dicembre del 2006 quando, alle porte di Natale, massacrarono brutalmente 3 persone e un bambino poco più che neonato per futili motivi.

A scatenare gli efferati omicidi furono delle banali liti tra vicini. Olindo e Rosa entrarono nella casa di via Diaz 25 e uccisero a coltellate e colpi di spranga Raffaella Castagna, suo figlio Youssef e la nonna del piccolo. Frigerio e la moglie furono coinvolti in quanto testimoni della strage. Mario Frigerio si affacciò sulla porta di Raffaella Castagna dove venne preso di spalle con una netta e profonda coltellata alla gola. La moglie fu inseguita per le scale prima di essere uccisa dentro casa. Olindo e Rosa andarono poi a cena da McDonald’s per costruirsi un alibi (lo scontrino conservato). Alibi che crollò con il riconoscimento di Olindo da parte di Frigerio.

Gli ultimi anni del 73 furono un vero e proprio calvario: il lutto della moglie, la ripresa dal trauma subito, gli stati di shock, la guarigione della grave ferita e infine la mortale malattia. Frigerio lascia due figli, Elena e Andrea. I funerali si terranno a Montorfano (Como) domani, mercoledì 17 Settembre. Frigerio riposerà nel cimitero del Paese, accanto alla salma della moglie Valeria.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017