Excite

Massimo Bossetti ha tentato il suicidio in carcere

  • Twitter

Massimo Bossetti ha tentato di suicidarsi in carcere. L'unico imputato per l'omicidio di Yara Gambirasio ha cercato di togliersi la vita impiccandosi con una cinghia. Il tutto è avvenuto nella serata di sabato.

A rivelare l'accaduto è stato lo stesso Bossetti alla moglie, la signora Marita Comi, che gli ha reso visita nel pomeriggio. La Comi ha poi raccontato tutto all'avvocato di suo marito, Claudio Salvagni.

Bossetti, l'apertura del processo Gambirasio dopo 5 anni

"La prima cosa che ho fatto, quando mi è stato raccontato del tentato suicidio, è stato correre in carcere", ha dichiarato il legale di Bossetti.

"Ho incontrato il mio assistito, il quale mi ha riferito che si è trattato di un momento di debolezza". Bossetti ha tentato il suicidio sabato. Il giorno prima c'era stata una udienza del processo, aggiornato all'11 settembre.

Il tentativo di togliersi la vita non ha avuto conseguenze fisiche su Bossetti, che potrebbe essere stato subito fermato dal personale del carcere di Bergamo.

Il muratore di Mapello non è stato trasferito in ospedale, ma dopo il suo gesto è tenuto sotto strettissima sorveglianza. Così come riporta La Stampa, sia il cappellano del carcere orobico, che il direttore Antonino Porcino sembrano cadere dalle nuvole.

"L'ho incontrato e l'ho trovato più introverso del solito, ma non ho notato segni sul suo corpo", le parole di don Fausto Resmini. "Non so nulla", la dichiarazione di Porcino.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017