Excite

Massimo Di Cataldo indagato per maltrattamenti e procurato aborto

  • Facebook

Primo atto ufficiale della Procura di Roma nella vicenda che vede contrapposti Massimo Di Cataldo e Anna Laura Millacci: il cantante è stato infatti indagato per maltrattamenti e procurato aborto. Dopo la denuncia della donna su Facebook - con tanto di foto shockanti di lei che perde sangue dal naso e di un grumo di sangue che potrebbe essere un feto, poi sparite - e la smentita, sempre sul social, di Di Cataldo, che ha anche minacciato di adire vie legali, la vicenda registra dunque la sua prima svolta.

Jorgelina Borda Amezaga, la prima moglie di Massimo Di Cataldo: "Anna Laura ci perseguitava"

Come si apprende dalle diverse agenzie di stampa, la procura di Roma sta indagando d'ufficio sui fatti, che risalibbero al 18 ottobre del 2012: è in questa data, infatti, che Anna Laura sarebbe stata aggredita dall'ex compagno, che l'avrebbe picchiata violentemente, fino a farla abortire. Il pm che si occupa del caso, Eugenio Albamonte, ha anche acquisito la documentazione medica della donna che attesta l'avvenuta interruzione di gravidanza.

Anna Laura Millacci picchiata da Massimo Di Cataldo, le foto shock

Nell'ambito delle indagini, oggi pomeriggio Massimo Di Cataldo è stato interrogato dal pubblico ministero sull'accaduto e anche Millacci è stata ascoltata in qualità di "persona informata sui fatti". Secondo quanto riporta La Repubblica, i due - che non si sono mai incontrati - avrebbero fornito versioni discordanti e in particolare il cantante avrebbe ribadito di non avere mai picchiato la donna, proclamando la propria innocenza.

Passata al setaccio dai media, la vicenda è diventata motivo di aspro dibattito tra chi sostiene che Anna Laura si sia inventata tutto e chi invece ritiene il cantante colpevole, dando forma a improvvisati tribunali online dove tutti sono convinti di possedere la verità, buttando la croce addosso alternativamente a lei e a lui e discettando sul perché e il percome si possa restare insieme a una persona violenta o, piuttosto, a una "squilibrata", come l'ex moglie di Di Cataldo, Jorgelina Borda Amezaga, ha definito Anna Laura Millacci.

Esprimere opinioni è giusto e sacrosanto e del resto la stessa ex compagna di Di Cataldo sapeva che pubblicando il suo j'accuse e le foto avrebbe innescato un volano mediatico difficilmente controllabile, tuttavia, come ha scritto oggi Selvaggia Lucarelli, "la verità è che si sta cercando di far passare per pazza una donna, come se il nodo del discorso fosse la pazzia. La questione sono le botte. E quelle non se le inventano due donne su due, sempre con lo stesso uomo".

A stabilire che cosa è successo e come, alla fine, sarà la procura di Roma - che a quanto pare ha trovato un possibile testimone attendibile nella badante della figlia della coppia, che sarà ascoltata a breve - intanto però che piaccia o no, in un caso e nell'altro, la presunzione di innocenza resta tale fino a una sentenza definitiva.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017