Excite

Maturità 2010, alcune regole per affrontare il colloquio

Terminate le prove scritte della maturità, per gli studenti è ora il momento degli orali. Davanti alla commissione i ragazzi presentano l'argomento da loro scelto. E' di circa un quarto d'ora il tempo per esporre il proprio lavoro, che sia una tesina, un progetto, una ricerca. Dopodiché gli studenti dovranno rispondere a una serie di domande dei commissari presenti.

Il momento del colloquio può essere vissuto con stress dagli studenti, così il Corriere della Sera ha stilato dieci regole per affrontare con serenità questa prova. Andare a seguire i colloqui dei compagni per capire un po' meglio i commissari, ossia cosa chiedono, che tipo di risposte vogliono, come conducono la prova.

Ripassare ripetendo ad alta voce, magari davanti allo specchio e calcolando il tempo impiegato, così da esser certi di riuscire ad esporre tutto quanto nel tempo a disposizione. Non mescolare tutte le materie, ma concentrarsi su due o tre collegamenti, e iniziare il proprio discorso in modo da catturare l'attenzione. Cercare di essere originali e di non portare gli stessi argomenti degli altri compagni. Cercare di presentare lavori brevi, ben fatti e di sostanza.

Cercare di non agitarsi, il tempo a disposizione passa in fretta, è bene utilizzarlo al meglio senza lasciarsi prendere dall'ansia. Dimostrare conoscenze, competenze e capacità, ampliando gli argomenti studiati in classe e approfondire dove possibile. Ripassare gli argomenti affrontati nelle prove scritte e saper portare il discorso verso gli aspetti che più si conoscono. E' bene, infine presentarsi davanti alla commissione in modo ordinato, dimostrandosi sicuri, chiari e non lasciarsi prendere dall'agitazione.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017