Excite

Maturità 2013, seconda prova versione di latino: esce Tacito?

  • Getty Images

Continua il toto-tracce per gli esami di maturità 2013, nel tentativo di prefigurare quelli che possono essere gli autori e gli argomenti da affontare in sede d'esame. Come sempre i pochi indizi arrivano dalle scelte ministeriali degli ultimi anni e se per il tema di italiano si può puntare sui principali fatti d'attualità dell'ultimo anno e sulle ricorrenze importanti, per la seconda prova, che è differente per ciascun indirizzo di studi, si può solo tentare un meccanismo ad esclusione per individuare le prove più papabili.

Tracce prima prova maturità 2013: anniversari, eventi e temi sociali per l'esame di italiano

Gli studenti liceo classico, ad esempio, saranno alla prese con la versione di latino (in alternanza con quella di greco dello scorso anno) e come sempre, in vista della seconda prova dell'esame di maturità in calendario giovedì 20 giugno 2013, si chiedono quale versione dovranno affrontare quest'anno. Tra gli autori più attesi per la maturità 2013 c'è sicuramente Tacito, assente dalle prove di latino da un po' di anni così come Vitruvio. Meno probabili invece Seneca e Cicerone che sono già stati proposti alla maturità nelle ultime tre prove di latino.

Trattasi ovviamente di ipotesi che lasciano il tempo che trovano, visto che spesso le previsioni si sono rivelate fallibili. Nulla esclude, infatti, che anche autori già usciti nelle prove degli ultimi anni siano riproposti dal ministero ai maturandi. Certo è che una versione di Tacito non si vede alla maturità dal 2005, quando al classico fu proposto "Caso e necessità" tratto dagli Annales VI.

Ormai otto anni dopo Tacito sembra dunque l'autore su cui puntare nei pronostici dell'ultim'ora, considerando che nelle ultime prove di latino i maturandi hanno affrontato Cicerone (paragrafi 88 e 89 dal De Officis I) e Seneca ("Il vero bene è la virtù" da Ad Lucilium, Libro XIII), sicuramente tra i più gettonati negli ultimi anni. Più ostico Vitruvio, che come e più di Tacito spaventa non poco gli studenti del classico, visto che è anche un autore generalmente meno trattato durante l'anno rispetto agli altri.

A pochi giorni dalla data fatidica della prima prova, comune per tutti, prevista il 19 giugno, il toto-tracce è certamente amplificato dalla diffusione di pronostici e statistiche sui social network e sui siti specializzati sul web. E se ormai per lo scritto di italiano ci sono veri e propri elenchi di fatti, personaggi, ricorrenze da tenere a mente come possibili tracce d'esame, per la seconda prova il pronostico è sempre molto difficile. Non si esclude infatti che per gli studenti del classico l'indicazione di Tacito, che non esce da tanti anni, sia nulla più che un'indicazione scaramantica visto che l'autore è generalmente molto temuto.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017