Excite

Maurizio Belpietro obiettivo di un agguato

Un uomo armato di tutto punto si è introdotto ieri notte nel condiminio ove dimora Maurizio Belpietro, direttore del quotidiano Libero. Grande spavento per il noto giornalista, rimasto fortunatamente illeso. L'attentore infatti è stato messo in fuga da un agente sovraintendente la scorta. Il tutto nell'arco di pochi febbrili attimi.

Alle 22:45 di ieri Belpietro è tornato in casa accompagnato come al solito da un poliziotto (vive sotto protezione da otto anni a seguito di diverse minacce ricevute). Quest'ultimo una volta congedatosi, ha iniziato gradualmente a scendere le scale (anzichè prendere come d'abitudine l'ascensore), quando tra il quarto e il quinto piano ha notato un uomo sulla quarantina, di circa 1,80 m d'altezza, che indossava una camicia simile a quella degli agenti della Guardia di Finanza. Dopo un momento di 'studio', tra i due ha avuto inizio un'autentica colluttazione. L'aggressore infatti ha puntato una pistola contro il poliziotto, ma non è riuscito ad esplodere alcun colpo, giacchè l'arma si è inceppata. L'agente di converso ha iniziato a sparare per aria mettendo in fuga il losco figuro.

I rumori sprigionati dall'accaduto hanno considerevolmente allarmato Belpietro, che ha seriamente temuto per la propria incolumità e per quella della propria famiglia. Fortunatamente però l'epilogo è stato più che positivo, anche se lo spavento permane a distanza di ore: 'Non so che dire - ha commentato a mente fredda Belpietro - la sensazione è che quella persona stesse aspettando il mio ritorno a casa. E se il mio caposcorta avesse preso l’ascensore per scendere e non le scale, non so come sarebbe andata. Guardando dallo spioncino, forse lo avrei scambiato per un agente della Finanza e avrei sicuramente aperto', andando incontro, verrebbe da aggiungere, ad una triste fine.

La gravità dell'episodio ha scosso non poco le autorità. Alle indagini infatti sta partecipando anche la Digos, per far luce pienamente sulla vicenda. Molti sono i punti oscuri che devono essere dipanati. Dell'aggressore al momento si conoscono soltanto alcuni dettagli fisici. Il quadro dunque è quantomai indecifrabile.

(foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017