Excite

Mauro Floriani, baby squillo di Roma: intercettazioni scottanti

  • Oggi.it

A carico di Mauro Floriani vi sarebbero “prove incontrovertibili”, soprattutto a livello di intercettazioni telefoniche. Questo è quanto risulta dalle fonti della Procura, secondo le indiscrezioni filtrate nella giornata di ieri con dichiarazioni in tal senso attribuite al pm Cristiana Macchiusi ed al procuratore aggiunto di Roma Maria Monteleone.

Prostituzione minorile ai Parioli, anche il marito della Mussolini nell'inchiesta

I contatti tra il marito di Alessandra Mussolini e due baby squillo, confermati dal diretto interessato nella confessione spontanea in caserma con la precisazione che si sarebbe trattato di semplici colloqui senza alcun seguito in termini di rapporti intimi, trovano diverse conferme nei tabulati acquisiti dagli inquirenti.

Il nodo, alla luce dell’evoluzione dell’inchiesta, rimane il livello di confidenza di Floriani con le giovanissime prostitute e col “giro” dei Parioli, nonché l’eventuale conoscenza dell’età delle ragazze con le quali l’ex finanziere sostiene comunque di non aver avuto mai incontri ravvicinati. Decisivi, ai fini della definizione delle diverse posizioni processuali degli indagati e delle altre persone coinvolte a vario titolo nella spinosa vicenda delle baby squillo romane, saranno i racconti e le testimonianze dirette delle “parioline” che si prostituivano dietro lauti compensi garantite da una rete ben organizzata con a capo professionisti e personaggi in vista della Roma bene.

Se una quarantina sono in totale le persone raggiunte dall’azione della Procura, solo la metà degli stessi sembrano aver convinto i magistrati della loro buona fede sull’età reale delle ragazzine pagate dopo aver consumato rapporti o averli concordati al telefono, mentre gli altri dovranno fare i conti con la giustizia da qui ai prossimi mesi, esclusi coloro che hanno scelto il patteggiamento ai quali andrà una pena inferiore ad un anno e sarà risparmiata l’onta del processo.

Trinceratasi dietro un sofferto silenzio stampa, l’onorevole Mussolini resta in attesa di novità sul fronte delle indagini, per poi prendere una posizione di fronte all’opinione pubblica ed uscire dall’angolo in cui è stata spinta in queste ore. Basta fare un giro sul web e soffermarsi sulle pagine dei social network per capire quale possa essere stato l’impatto di una simile notizia su un “big” della politica italiana tanto popolare quanto divisivo, proprio per via delle tante battaglie intraprese negli anni sui temi della famiglia e della sessualità “tradizionale”.

L’ironia e il sarcasmo al vetriolo della rete sul presenzialismo dell’esponente della destra italiana nelle tv nazionali in occasione dei vari fatti di cronaca ed in particolare su argomenti caldi come la prostituzione minorile e i diritti delle donne, non sono mancati ed in molti casi hanno picchiato duro, con fotomontaggi ad hoc e post a dir poco impietosi.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017