Excite

Mercurio, responsabile della catostrofe planetaria?

Un nuovo scenario si apre tra le innumerevoli ipotesi avanzate sulla possibile fine della Terra. A farla scomparire potrebbe essere lo scontro con i pianeti a noi più vicini: Mercurio, Venere e Marte. Responsabile di tale scontro Mercurio che, nonostante le minori dimesioni rispetto agli altri pianeti, potrebbe innescare un'alterazione delle loro orbite. In poche parole, una vera e propria catastrofe planetaria.

Almeno secondo la simulazione al computer realizzata dai ricercatori dell'Osservatorio di Parigi, i cui risultati sono stati pubblicati su Nature. Nel condurre tale simulazione sono state prese in esame le più piccole variazioni di orbita che possono subire i pianeti nei prossimi milioni o prossimi miliardi di anni.

I risultati emersi hanno evidenziato che una serie di fenomeni astrali potrebbero causare l'allungamento dell'asse maggiore dell'orbita di Mercurio che andrebbe a intersecare l'orbita di Venere. A quel punto l'orbita di Mercurio verrebbe alterata e il pianeta potrebbe essere eiettato fuori dal sistema solare o essere inghiottito dal Sole o, ancora, essere proiettato verso la Terra con la quale arriverebbe a scontrarsi.

Gli autori della ricerca, Jacques Laskar e Mickael Gastineau, hanno simulato ben 2.501 scenari del nostro sistema solare e hanno visto come nel 25 per cento dei casi sarebbe Mercurio il pianeta più esposto ad una profonda modifica della sua orbita. Laskar ha spiegato: "Da questa simulazione, ciò che risulta più sorprendete è il fatto che l'alterazione dell'orbita di Mercurio può influenzare anche quelle di Venere e della Terra. La causa di tutto ciò è da ricercare nel pianeta Giove, il quale con la sua enorme massa ha un'influenza gravitazionale notevole sull'orbita del piccolo pianeta vicino al Sole".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016