Excite

Messico, trovata fossa dei narcos con 72 cadaveri

In una fattoria a San Fernando, nello Stato di Tamaulipas, nord-est del Messico, le squadre speciali della Marina messicana hanno scoperto 72 cadaveri, 58 uomini e 14 donne, in una fossa comune. Le squadre speciali della Marina messicana, appoggiate da elicotteri, sono intervenute scontrandosi con i malviventi presenti sul posto. C'è stata una sparatoria nel corso della quale sono morti un soldato e tre uomini presenti nella fattoria, altri sono riusciti a fuggire.

A quanto pare la fossa comune era utilizzata dai narcos per far sparire i corpi dei rivali o delle persone sequestrate. Proprio in questa zona, al confine con gli Stati Uniti, gli spacciatori si contendono il commercio di droga e di immigrati.

Le gang che agiscono in quest'area sono violente e spietate. Ogni anno si registrano numerosi omicidi. Si può dire che in Messico è in atto una vera e propria guerra tra esercito e narcotrafficanti in seguito alla quale, in quattro anni, sono morte oltre 28mila persone. La fossa comune trovata ora dai marines messicani è la più grande mai scoperta da quando il presidente Felipe Calderon, nel 2006, ha inasprito la sua offensiva contro i narcos.

Attraverso un comunicato la Marina messicana ha affermato: 'Il governo federale condanna fermamente i barbari atti commessi dalle organizzazioni criminali. La società intera dovrebbe condannare gli atti di questo tipo, che dimostrano l'assoluta necessità di continuare a combattere il crimine con il massimo rigore'.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017