Excite

Meteo marzo 2013: sole al Nord, allerta maltempo al Sud. Rischio nubifragi in Sicilia

  • Getty Images

Febbraio è finito, ma la primavera stenta ad arrivare. L'inverno infatti non sembra intenzionato a lasciare la Penisola, se non dopo un ultimo (almeno) colpo di coda. Le previsioni per i primi giorni di marzo descrivono infatti un'Italia spaccata in due, con sole e qualche nuvola al Nord e forti temporali e vento al Sud e sulle isole maggiori.

Nubifragio a Catania, tutte le foto

A provocare le piogge che da oggi hanno iniziato a cadere abbondanti sulla Sardegna, in particolare sul Cagliaritano, l'Oristanese, il Sulcis, l'Ogliastra e il Campidano, un piccolo ciclone mediterraneo, che come spiega Antonio Sanò, direttore del portale ilmeteo.it, nella serata di venerdì si sposterà sulla Sicilia, nelle zone di Trapani e Agrigento, dove potrà causare anche nubifragi a carattere locale.

Il maltempo quindi stazionerà sull'isola per tutta la giornata di sabato e nella zona del catanese, già teatro la scorsa settimana di una disastrosa alluvione, si manifesteranno di nuovo eventi a carattere temporalesco di forte intensità. Una situazione di generale instabilità, che si sposterà poi sulla Calabria e sui settori meridionali di Basilicata e Puglia, aree per le quali la Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che estende e integra il bollettino di ieri. La pioggia cadrà anche sulle altre regioni del Sud e risalirà la penisola fino alle Marche, mentre sull'Appennino centro-meridionale potrà scendere ancora qualche tardivo fiocco di neve. Dalla Toscana alla Pianura Padana, invece, il tempo sarà soleggiato, con la possibilità di alcune nebbie mattutine.

Forti venti e mareggiate accompagneranno il maltempo sul versante occidentale della Sicilia e su quello orientale di Campania, Basilicata, Calabria e Puglia, ma a partire da domenica il meteo inizierà a migliorare e secondo i meteorologi si assisterà di fatto al primo scampolo di primavera, da Nord a Sud, con temperature in rialzo e picchi di 16-17° in diverse città. La pausa dall'inverno, tuttavia, sarà solo temporanea: da metà settimana prossima, infatti, una nuova violenta ed estesa perturbazione investirà la Penisola, con 72 ore di maltempo e neve a bassa quota in Piemonte, in particolare nella zona del cuneese, dove si concentreranno resistenti sacche di aria fredda.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017