Excite

Meteorite sulla Terra tra il 22 e il 28 Settembre? Professor Walsh: 'Causerà terremoti e tsunami'

  • Facebook

di Simone Rausi

Toccherà comprarsi un’agenda o scaricare un’app di pianificazione perché tra un’apocalisse e l’altra si rischia di dimenticare i giorni esatti di quando moriremo tutti tra atroci sofferenze e pioggia di fuoco. Prendete nota: da martedì 22 a lunedì 28 Settembre potrebbe capitare che una pioggia di meteoriti piombi sulla Terra e ne distrugga tutti i luoghi e tutti i laghi. Ve lo siete segnati? E su, che uno spazietto tra il dentista e la riunione lo trovate.

Meteorite cade a Bucarest: il video impressionante

Solo nel 2014 ci sono stati ben 4 annunci di distruzione assoluta del nostro Pianeta: praticamente uno per ogni stagione. Quello che inquieta, questa volta, è che la drammatica profezia non arriva dalla bocca di un sedicente santone o dall’interpretazione di un calendario di una civiltà scomparsa. A dirci che moriremo tutti, a sto giro, sono gli illustri scienziati della University of Central Lancashire, nel Regno Unito. E già comincia a salire un po’ d’ansia...

Secondo il team coordinato dal professor Robert Walsh, tra meno di una settimana e in un periodo di 6 giorni non precisabile tra il 22 e il 28 Settembre, la Terra sarà colpita da un’enorme catastrofe. A causarla sarà uno sciame di meteoriti che si dovrebbe abbattere, molto violento, in diversi punti del Pianeta. Questi frammenti di dimensioni eccezionali causerebbero terremoti e tsunami. Insomma, se si ha la fortuna di non essere schiacciati si rischia di venire seppelliti dall’acqua o di finire risucchiati da una crepa nel terreno. Il tutto in perfetto stile Blockbuster (prendete pure come riferimento un qualsiasi film catastrofico con la Statua della Libertà divelta).

Meteorite cade in Siberia

I calcoli di Walsh si baserebbero sulla ciclicità con cui la Terra viene colpita da questi eventi, più o meno disastrosi (dal meteorite che fece fuori i dinosauri a quello che precipitò in Siberia appena due anni fa). Per fortuna, a farci dormire sonni tranquilli, ci pensa la NASA: “Se nelle vicinanze ci fosse davvero un asteroide talmente grande da distruggere la Terra, gli strumenti lo avrebbero già rilevato”. Probabilmente, anche stavolta, riuscirete ad andare da quel dentista in agenda.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017