Excite

Metro Piazza Vittorio Roma: rapinatore muore dopo scippo. Linciaggio dei passeggeri o caduta mortale?

  • Facebook

di Simone Rausi

Lasciato in una pozza di sangue dopo un pestaggio in metropolitana, e tutto a causa di un borseggio sui vagoni. Il confine tra vittima e carnefice si fa labile in questo episodio di cronaca nera avvenuto questa notte nella Capitale. L’ uomo – poi deceduto al Policlinico Umberto I di Roma – non sarebbe stato la vittima dello scippo ma l’autore. Al momento la ricostruzione dei fatti è nebulosa, cerchiamo di ricostruirla insieme.

La metro di Piazza Vittorio già teatro di un drammatico incidente

L’uomo deceduto era un cittadino moldavo di 52 anni. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della squadra mobile del commissariato Esquilino l’uomo avrebbe borseggiato alcuni passeggeri che viaggiavano sulla metro in direzione Anagnina. Questi avrebbero reagito violentemente inseguendo il borseggiatore anche fuori dai vagoni, tra i corridoi della stazione della Metro. Secondo quanto riportato da Repubblica il moldavo, una volta raggiunto, sarebbe stato brutalmente picchiato a calci e pugni e lasciato inerme per terra. Il gruppo di persone responsabili del linciaggio si sarebbe poi dileguato facendo perdere ogni traccia. L’uomo è stato ritrovato alle 23.30 di ieri notte dal personale di vigilanza della fermata di Piazza Vittorio, al centro di Roma. Trasportato al policlinico sarebbe morto poco dopo l’arrivo.

Metro B di Roma: muore passeggero tra Castro Pretorio e Garbatella

L’ipotesi linciaggio, però, non viene in alcun modo certificata dalle riprese delle telecamere di sicurezza (nonostante alcuni testimoni parlino di tre italiani sulla sessantina colpevoli di aver picchiato il moldavo). La Questura di Roma, stamattina, ha infatti diramato una nota in cui spiega che “dalle testimonianze raccolte finora dagli investigatori della polizia e dalla visione delle immagini a circuito chiuso delle telecamere, poste all'interno della stazione metropolitana, al momento non emergono responsabilità di terzi in merito all'accaduto. In attesa del risultato dell'esame autoptico, che con molta probabilità chiarirà le cause che hanno cagionato il decesso dell'uomo, proseguono le indagini da parte degli agenti alla ricerca, anche di nuovi testimoni che possano aver visto o sentito qualcosa”.

Tra le ipotesi più accreditate, infatti, c’è anche quella della violenta caduta. Alcuni testimoni parlano di uno scivolone sulle scale mobili. L’uomo si sarebbe rialzato sanguinante ma avrebbe fermato la sua corsa poco distante accasciandosi al suolo. L’unica certezza quindi fa riferimento alle ferite lacero contuse riportate alla testa che avrebbero causato la morte per emorragia. Al momento il corpo è stato affidato all’autorità giudiziaria in attesa dell’autopsia che dovrebbe fare luce su alcuni punti ancora oscuri della vicenda.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017