Excite

Mette in carica lo smartphone e muore folgorata

  • Il Messaggero

La nostra vita è troppo legata alla tecnologia, lo ripetiamo spesso e a volte possono accadere tragedie. Come quella che ha colpito una ragazzina di 14 anni che è morta fuliminata nella sua casa a Mosca. Voleva caricare il suo smartphone ma ha scelto il momento e il posto sbagliato ovvero quando si trovava in bagno.

Prima di dormire l'adolescente, di cui non sono giustamente note le generalità, ha deciso di fare un bagno, si è infilta nella vasca quando si è accorta di avere il cellulare scarico. La ragazza ha quindi tentato di attaccarlo il caricatore della presa ma è rimasta folgorata.

Selfie prima di morire: 10 autoscatti fatali costati la vita

Il suo corpo è stato ritrovato in acqua senza vita dalla madre che, preoccupata perchè non la vedeva uscire dal bagno, ha cominciato a bussare alla porta poi sfondata con l'aiuto del fratello. Il caricatore era immerso nell'acqua e sul corpo segni di bruciature, l'autopsia ha poi stabilito che è morta per una forte scarica elettrica che ha fermato il cuore.

Questo purtroppo non è l'unico decesso causato per l'uso improprio del cellulare. Episodio simile lo scorso anno sempre a Mosca, Evgenia Sviridenko, 24 anni, è morto dopo che l'iPhone collegato alla presa elettrica è caduto in acqua. In Cina nel 2014 la diciottenne Wu Weyan morì perchè il suo iPhone 4S era stato collegato a un caricabatterie non originale.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017