Excite

Michele Buoninconti, arrestato il marito di Elena Ceste per omicidio volontario e occultamento di cadavere

  • Twitter @vitaindiretta

Arrestato dai carabinieri su ordine del gip di Asti, il marito di Elena Ceste dovrà difendersi dall’accusa di omicidio volontario premeditato e occultamento di cadavere, reati rispetto ai quali vi sarebbero gravi indizi di colpevolezza sul conto di Michele Buoninconti.

Ordine dei Giornalisti all’attacco sul caso Ceste: polemiche per la “tv del dolore”

Accolta dal giudice delle indagini Giacomo Marson preliminari la richiesta del pubblico ministero Laura Deodato, ad un anno di distanza dall’inizio dell’inchiesta sulla scomparsa della casalinga di Costigliole.

Dopo alcuni mesi di black out investigativo, si era accreditata la pista che portava al compagno della 37enne piemontese, trovata cadavere (in avanzato stato di decomposizione) ad ottobre in un canale di scolo a circa 800 metri dall’abitazione di famiglia, al termine di lunghe e complesse ricerche a tappeto anche al di fuori della zona di residenza di Elena Ceste e del marito.

Vigile del fuoco in servizio nella provincia astigiana, Michele Buoninconti aveva professato dall’inizio alla fine delle indagini la propria innocenza, continuando a dichiararsi totalmente estraneo alle contestazioni dell’accusa, pur essendo finito da tempo al centro dei sospetti della Procura.

(Indagini sulla scomparsa di Elena Ceste, tutti gli indizi su Michele Buoninconti)

Decisiva, ai fini del completamento del quadro dell’inchiesta, l'autopsia sul corpo della donna depositata mercoledì, contestualmente all’ulteriore perizia sul luogo del delitto, quest’ultima effettuata dietro richiesta dei legali di parte.

Dal 18 ottobre 2014, in circa 3 mesi di lavoro della magistratura, il cerchio si è lentamente ma inesorabilmente stretto attorno alla figura di Michele Buoninconti, caduto diverse volte in contraddizione durante gli interrogatori resi agli inquirenti, non prima di aver fornito involontariamente materiale di rilievo investigativo (a suo carico) con interviste a trasmissioni televisive e giornali.

Proprio in un recente colloquio col quotidiano “La Repubblica”, il vigile del fuoco di Costigliole d’Asti aveva espresso la volontà di dare una rapida sepoltura alla moglie, confidando di poter realizzare tale progetto in tempi brevi, precisamente il 7 febbraio prossimo in località Govone.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017