Excite

Milano, protesta degli studenti del "Gandhi" durante la recita della Moratti

Gli studenti del liceo serale "Gandhi", chiuso da quest'anno, hanno provato in ogni modo a far sentire la loro voce e a farsi ricevere dal sindaco di Milano Letizia Moratti, ma ogni loro tentativo è stato vano. Almeno fino a ieri sera.

Dopo aver saputo che il primo cittadino di Milano si sarebbe esibito in una recita musicale del "Lincoln Portrait" al Teatro Dal Verme quattro studenti-lavoratori del civico "Gandhi" sono riusciti ad accomodarsi in sala, dove erano presenti quasi duecento spettatori tra cui alcune personalità del mondo dell'imprenditoria e della cultura milanese, e non appena la Moratti ha iniziato la sua interpretazione hanno dato vita alla loro protesta. "Perché non posso più studiare?" e ancora "Vergogna, la tua amministrazione sta chiudendo l'unico liceo serale d'Italia" e poi "Perché non ci hai mai ricevuto?".

La protesta ha immediatamente suscitato imbarazzo nel sindaco di Milano e in sala. La polizia è intervenuta e ha portato i manifestanti fuori dal teatro. Il sindaco di Milano ha commentato così la protesta dei ragazzi in sala: "E' un peccato, era un pezzo molto bello".

Come sottolineato nella cronaca di Milano del quotidiano Il Corriere della Sera, il Comune sta tagliando 13 corsi paritari e altrettanti di idoneità perché costano troppo. Al "Gandhi" sono state chiuse 18 sezioni su 20. L'assessore all'Istruzione, Mariolina Moioli, ha spiegato: "Come posso aprire classi con solo tre allievi, magari non frequentanti e non residenti a Milano?".

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016