Excite

Milano, ragazzino travolto da tram

  • Corriere.it

Rabbia e sconcerto per la morte di un 12enne travolto da un tram, sabato sera a Milano. Il ragazzino in sella alla sua bici ha tentato di schivare la portiera aperta di un auto che in quel momento si trovava in divieto di sosta ed è finito sotto le rotaie.

Inutili i soccorsi per il giovane Giacomo Scalmani, secondo la polizia locale il ragazzo è morto sul colpo. Adesso è indagata per omicidio colposo la ragazza proprietaria della Yaris in divieto di sosta che aprendo la portiera dell'auto avrebbe urtato il ragazzino.

E scoppia la polemica per la mancanza di una adeguata rete di piste ciclabili che non rendono sicura la circolazione dei ciclisti. Secondo il presidente di Ciclobby, Eugenio Galli, era "una morte che si poteva evitare". E sottoliena inoltre come proprio Via Solari, teatro della tragedia di sabato sia una via molto pericolosa "tutti i giorni, nelle ore diurne non meno che in quelle serali, con la pioggia e col sole".

Il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, la vicesindaco Maria Grazia Guida e tutta la Giunta comunale si dicono "annichiliti dalla tragedia e pur consapevoli che niente potrà alleviare il dolore della perdita di un bambino di dodici anni, si stringono in un fortissimo abbraccio alla famiglia. Un pensiero speciale va alla sorellina si Giacomo".

Ieri mattina alle 10 si sono svolti i funerali del piccolo Giacomo celebrati da Don Andrea che nell'omelia ha ricordato l'assurdità di questa morte, raccontando le ultime ore felici del ragazzino: "Aveva una Bibbia sul comodino, ogni giorno ne leggeva un passo. La lettura ora s'è fermata".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017