Excite

Moglie di Gesù: "Papiro è falso". Osservatore Romano vs Karen King

  • YouTube

Dieci giorni dopo il "clamoroso annuncio" del ritrovamento di un papiro che dimostrerebbe che Gesù aveva una moglie, l'Osservatore Romano - il giornale ufficiale di Città del Vaticano - decide di rompere il silenzio e di esprimere la propria opinione sulla vicenda, con un corsivo del direttore Gian Maria Vian dall'inequivocabile titolo: "In ogni caso, un falso".

Gesù era sposato? Un papiro parla di sua moglie

Pubblicato in calce a un articolo dell'autorevole coptologo Alberto Camplani, che ricostruisce con "prudenza e rigore" la storia del papiro, dalle origini al contesto interpretativo, il pezzo di Vian va subito al dunque, affermando che tutto lascia credere che l'intera questione sia stata preparata ad hoc, a uso e consumo dei media e del sensazionalismo. Secondo il direttore dell'Osservatore, infatti, gli indizi sono evidenti: "testate americane preavvertite, una conferenza stampa preventiva tenuta da Karen L. King per preparare uno scoop mondiale che però è stato subito messo in discussione dagli specialisti".

Ma che cosa dicono, gli specialisti? L'accuratissima e logicamente rigorosa analisi di Alberto Camplani semina molti dubbi non solo sull'originalità del papiro, ma anche sulla sua interpretazione. Il coptologo infatti per prima cosa evidenzia che il frammento "non è stato scoperto nel corso di scavi, ma proviene dal mercato antiquario" e poi, abbandonando per un momento la questione del vero o falso, invita a contestualizzarlo: "che tipo di testo è, in quale contesto letterario si inserisce la sconcertante affermazione di Gesù? Che significato essa assume in quello specifico contesto?".

Ovviamente le risposte non sono univoche. Alcuni coptologi presenti al congresso teatro dell'annuncio si sono mostrati scettici sull'autenticità del papiro, mentre altri "hanno espresso un giudizio più favorevole". Entrambe le parti, però, non hanno potuto vedere dal vivo il frammento, bensì solo in foto, e per questo le loro valutazioni non sono definitive. La stessa peculiarità del reperto non esclude la sua originalità, come spiega ancora Camplani, che afferma che non significa "necessariamente contraffazione (spesso nuovi reperti escono dalle tipologie note)".

Ma è soprattutto dell'interpretazione del testo che il coptologo sottolinea la 'debolezza'. Per Camplani "il nuovo frammento è in consonanza" con la "letteratura apocrifa e i dialoghi di resurrezione", dove le donne sono rappresentate come i discepoli "più pronti" e una di esse, Maria Maddalena, "è chiamata 'consorte'", ma allo stesso tempo nella tradizione cristiana e non cristiana primitiva non si dice nulla di "uno stato coniugale" di Gesù, anche quando si parla di Maria Maddalena. Una serie di indizi che spingono il coptologo a concludere che le parole dette da Gesù nel papiro devono "a mio avviso essere intese in senso totalmente simbolico".

Karen King parla del papiro che dice che Gesù era sposato

Una tesi scientifica e prudente, che il direttore dell'Osservatore Romano fa propria ed esprime con un analisi decisamente meno rigorosa, ma senza dubbio efficace. Per Vian, infatti, "ragioni consistenti indurrebbero a concludere che il papiro sia anzi una maldestra contraffazione (come tante altre provenienti dal Vicino Oriente)", nel quadro di una "lettura tendenziosa" e "piegata a un'ideologia contemporanea" della vita di Gesù. "Insomma, in ogni caso un falso".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017