Excite

Morte Riccardo Schicchi. Rocco Siffredi: "Era un artista"

  • Getty Images

La notizia della morte di Riccardo Schicchi, storico produttore di film a luci rosse e "scopritore" di talenti come Moana Pozzi e Cicciolina, non ha lasciato indifferente il mondo del cinema erotico. A dare la notizia nella serata di ieri è stata l'ex moglie Eva Henger, che lo ha assistito fino alla fine: i due non si sono mai separati legalmente e l'attrice è rimasta accanto al padre dei suoi due figli per tutto il periodo della malattia. A causa del diabete mellito, Schicchi era in dialisi ormai da anni, mentre lo scorso giugno la sua condizione si era pesantemente aggravata.

Riccardo Schicchi: guarda le foto

Raggiunta telefonicamente dal direttore del Tg5 Clemente Mimun, la Henger ha ricordato Riccardo Schicchi come una persona che ha vissuto sempre col sorriso: perfino negli ultimi attimi di vita, ha precisato l'attrice, il produttore sembrava sereno e pensava ai festeggiamenti per il diciottesimo compleanno del figlio Riccardino, che tra poco diventerà maggiorenne.

Riccardo Schicchi morto a 60 anni: chi era il re del cinema erotico italiano

Un messaggio accorato in memoria di Schicchi è arrivato anche dal più celebre dei divi a luci rosse italiani, Rocco Siffredi: "Con Riccardo per me se ne va un maestro e un papà. Io ho cominciato con lui, che ha fatto grande il cinema erotico degli anni Ottanta e Novanta". Siffredi ricorda ai microfoni di Repubblica che deve molto a Schicchi, la sua carriera è decollata grazie a lui: "Tutta la mia storia con Moana, con Cicciolina, con tutte le star italiane (...) fino al '95 l'ho fatta con lui, è come se avessi perso un grande insegnante".

Ritenuto da alcuni un visionario e talentuoso creatore di fenomeni di costume, accusato da altri per la volgarità della sua professione considerata a volte al limite della legalità (è stato condannato in primo grado a 6 anni per sfruttamento della prostituzione e altri reati, poi indultati, ndr), per Siffredi non ci sono dubbi, Schicchi era un manager di talento. L'attore gli riconosce un ruolo di primo piano nel suo genere: "Non c'è stato nessuno come lui" spiega Siffedi, in grado di "sdoganare" il cinema erotico "andando dritto per una strada in cui credeva anche a costo degli insulti dei benpensanti".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017