Excite

Morti bianche, cinque vittime sul lavoro

Padova, Frosinone, Gorizia, Ferrara. In queste città ieri cinque lavoratori hanno perso la vita. Aumenta così il numero di vittime decedute sul luogo di lavoro.

In un'azienda di autotrasporti di Schiavonia d’Este (Padova), la "Eurosfusi", il titolare della ditta, Stefano Trovò 42 anni, e un suo parente, Diego Trovò 34 anni, hanno perso la vita dopo essere stati folgorati. In un cantiere di Villa Santo Stefano, a Frosinone, è morto un operaio di 44 anni, Giulio D’Agostino. La vittima stava lavorando alla ristrutturazione del tetto di un’abitazione. A quanto sembra D’Agostino avrebbe messo un piede fuori posto precipitando da un'altezza di oltre otto metri. In uno stabilimento della Fincantieri di Monfalcone, in provincia di Gorizia, ha invece perso la vita un giovane operaio croato la cui identità ancora non è nota. Secondo i vigili del fuoco subito accorsi sul luogo dell'incidente l'uomo sarebbe stato schiacciato da un pesante macchinario. La Procura ha avviato un'inchiesta. In un cantiere della provincia di Ferrara limitrofo alla ferrovia, infine, è morto Adis Masinovic operaio bosniaco di 21 anni. Il giovane stava lavorando alla costruzione di un sovrappasso quando è stato investito dall'Eurostar 9463 Venezia- Roma nei pressi della stazione di Coronella, tra Bologna e Ferrara.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016