Excite

Morto il nipote del gerarca Farinacci, si è sparato sulla tomba del nonno

Pietro Enrico Mola, detto Pepe, nipote del gerarca fascista Roberto Farinacci, ieri mattina, alle 10.30, si è tolto la vita sparandosi un colpo di fucile al cuore sulla tomba del nonno, nella quale è sepolta anche la madre Adriana, morta nel 2008 a 89 anni. A quanto pare da qualche giorno Pietro Enrico Mola, 67 anni, appariva depresso. Il suo stato d'animo pare fosse cambiato dopo una visita medica alla quale Pepe si era sottoposto qualche giorno fa. Ma nessuno, neppure la sua compagna, conosce il referto. Quindi non si può dire se siano stati motivi di salute a spingere Mola verso il gesto estremo.

L'uomo, che abitava a Cremona in una casa in stile littorio costruita durante il Ventennio, pare si sia recato al cimitero di prima mattina portando da casa il fucile regolarmente detenuto. L'arma, smontata in tre pezzi, è stata poi montata lontano da occhi indiscreti in un secondo momento, dopo le 10.00.

Nessuno ha visto l'uomo mentre si sparava. E' stato il rumore del colpo esploso ad attirare gli operai del cimitero. Più tardi sono giunti sul posto i carabinieri che hanno sequestrato fucile e bossoli. Sulla tomba il nipote del gerarca fascista Farinacci ha lasciato un biglietto con il numero di telefono della sua compagna nel quale sono contenute disposizioni per il funerale. Ma del gesto nessuna spiegazione.

Pepe Mola aveva trascorso tutta la sua carriera all'ospedale maggiore di Cremona, lavorando nel pronto soccorso, ed era andato in pensione ad appena 54 anni, dopo aver riscattato la laurea. Una volta in pensione l'uomo si è completamente dedicato ai suoi interessi, tra i quali primeggiava lo sport. Grande poi la passione per i viaggi e gli studi storici. Da giovane Mola era stato militante dell'estrema destra, con il fratello medico psichiatra. Ma ormai da parecchi anni aveva abbandonato la politica, continuando tuttavia a partecipare alle commemorazioni di Benito Mussolini e di suo nonno Roberto Farinacci. Il corpo di Mola verrà ora cremato.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017