Excite

Morto Paolo Onofri, il padre del piccolo Tommy. Commozione e polemica nel web

  • Getty Images

di Simone Rausi

Si è spento questa notte Paolo Onori, il papà del piccolo Tommy, il bimbo rapito e ucciso a Casalbaroncolo nel 2006. Quasi 8 anni fa la storia di Tommy commuoveva l’Italia. Si trattava di una vicenda estremamente drammatica, quella di un bimbo di 17 mesi rapito dalla casa in cui viveva coi genitori, alle porte di Parma, e poi ritrovato cadavere sugli argini del fiume Enza. Ad essere condannato, all’epoca, fu il manovale Mario Alessi che avrebbe ucciso il piccolo Tommy la stessa notte del sequestro. Oggi, un’altra drammatica notizia sconvolge la famiglia. La morte di Paolo.

Una canzone per il piccolo Tommy

Il padre di Tommy, qualcuno lo ricorderà, era stato colpito da infarto nell’Agosto del 2008 mentre si trovava in vacanza in Trentino con moglie e figlio. Era rincasato nella baita di Folgaria dopo una passeggiata e aveva accusato un forte malore. La situazione era apparsa da subito molto grave, tanto da essere necessario l’elisoccorso di Trentino Emergenza.

L’uomo era stato portato in ospedale, alla rianimazione, e in seguito in una casa di cura del Parmense dove non aveva mai ripreso conoscenza. Un calvario lungo 4 anni e mezzo che si è concluso questa notte. Decine i commenti strazianti nei siti di informazione che hanno riportato la notizia: “Che si aprano per te le porte del paradiso, tu che hai conosciuto l’inferno in Terra” si legge. E poi ancora “Finalmente puoi giocare con il tuo bambino” e le condoglianze alla signora Paola, una donna che nella vita ha conosciuto fin troppo dolore.

C’è perfino chi accusa gli organi di informazione, accendendo la polemica. “Mi sembra di ricordare che prima che la verità emergesse in tutta la sua drammaticità, questo signore fu oggetto di tante di quelle insinuazioni da parte dei mass media, chissà che aiuto per le coronarie? dopo quello che aveva subito...”.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017