Excite

Addio a Pietro Ferrero, Ceo del gruppo della Nutella

A soli 48 anni, in Sud Africa è morto Pietro Ferrero, amministratore delegato del gruppo della Nutella insieme al fratello Giovanni. Pietro Ferrero, figlio di Michele Ferrero, si era recato in Sud Africa, dove a Cape Town aveva casa, per motivi di lavoro. Secondo il comunicato ufficiale diffuso dal gruppo, Ferrero è deceduto a seguito di un incidente. A quanto pare tutto è accaduto mentre era in bicicletta.

Alcune immagini di Pietro Ferrero

Sembra che, poche ore prima di morire aveva parlato proprio della sua passione per la bicicletta al telefono con Ivan Gotti, ex ciclista professionista e vincitore di due edizioni del Giro d'Italia. E proprio la sua grande passione sembra essergli stata fatale. L'amministratore delegato del gruppo della Nutella è caduto durante il suo abituale allenamento in bicicletta, probabilmente a seguito di un malore. Le dinamiche dell'incidente sono da chiarire, ma sembra che sia stato colpito da un infarto.

Nato l'11 settembre 1963, Pietro Ferrero era Ceo della Ferrero International dal 1997, con il fratello Giovanni. La Ferrero International è l'holding lussemburghese del gruppo che conta 38 società operative, 18 stabilimenti e oltre 20mila dipendenti in quattro continenti. Pietro Ferrero, figlio maggiore di Michele e nipote del fondatore della nota azienda di Alba, rappresentava la terza generazione del gruppo che oltre alla celebre Nutella ha fatto grande il suo nome anche per marchi come Mon Cherì, Rocher, Tic Tac, Pocket Coffee, Kinder.

Alla notizia della scomparsa, il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, ha definito Pietro Ferrero 'un imprenditore di valore e un uomo lungimirante. Non ci sono parole per esprimere il nostro dolore. Scompare uno tra i più grandi rappresentanti del capitalismo italiano. E' una perdita grave per tutto il Paese'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017