Excite

Moschea a Ground Zero: 'Un oltraggio'

A New York l'undici settembre ha sconvolto per sempre le coscienze e la vita dei cittadini. Nove anni trascorsi tra nuove paure, nuovi nemici, la ricerca di nuove certezze e sicurezze. Per questo la proposta di Feisal Abdul Rauf, imam della Grande Mela, ha suscitato molte polemiche.

Sondaggio: Moschea a Ground Zero, favorevoli o contrari?

Il religioso vorrebbe creare vicino a Ground Zero, a due passi dal luogo dove sorgevano le Torri Gemelle, un grande centro islamico di 13 piani, con una moschea, impianti sportivi, una piscina e un teatro. Lo scopo è quello di far conoscere agli americani un altro lato dei musulmani, quello religioso e non fondamentalista.

L'imam ha dichiarato: 'Sarà una comunità aperta a tutti', ma i newyorkesi hanno definito tale iniziativa 'un oltraggio'. Uno dei consiglieri del distretto, Paul Sipos, ha commentato sul New York Post la sua versione, non è contrario al centro ma lo sposterebbe in un'altra aerea della città:

'Se i giapponesi decidessero di costruire un centro culturale a Pearl Harbour, tutti considererebbero questa scelta poco rispettosa. È come se i tedeschi aprissero una società corale dedicata a Bach vicino ad Auschwitz. Anche se sono passati tanti anni, sarebbe giudicata un’iniziativa mostruosa'.

Secondo un sondaggio realizzato dalla Quinnipiac University nei 5 distretti della città, il 52% degli elettori è contrario alla costruzione della Cordoba House, gli abitanti di Manahattan sono i più favorevoli, quelli contrari vivono a Staten Island. A fine mese si conoscerà l'esito e potranno iniziare eventualmente i lavori.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017