Excite

Mostro di Foligno, per lui un permesso premio. La comunità: 'E' pericoloso'

E' in carcere da 17 anni, ma ora potrà godere di un permesso premio. Secondo quanto deciso dai giudici del Tribunale di sorveglianza il 'mostro di Foligno', Luigi Chiatti, che nel 1992 ha ucciso Simone Allegretti di 4 anni e nel 1993 Lorenzo Paolucci di 13 anni, ha ottenuto il permesso di uscire dal carcere di Firenze.

Quella a cui è stato condannato Chiatti è una pena di 30 anni. I giudici hanno preso la loro decisione a giugno, ma la notizia si è diffusa solo ieri. Prima di adesso, i legali di Chiatti avevano chiesto già due volte, invano, la concessione di permessi premio. A quanto pare gli avvocati punterebbero alla semilibertà.

Ma la notizia ha scosso la comunità di Foligno che sul popolare social network Facebook ha costituito un gruppo, il quale in poco tempo ha raggiunto oltre 3mila iscritti, e il cui nome dice tutto: 'Il Mostro di Foligno deve rimanere in carcere'. La comunità di Foligno è arrabbiata per la decisione di concedere a Chiatti un permesso premio e ritiene che l'uomo, 42 anni, sia ancora pericoloso. E del resto gli abitanti di Foligno tutti i torti potrebbero non averli. Il criminologo americano George Palermo, scelto dai difensori dell'imputato, ha affermato che il 'mostro di Foligno non dovrebbe tornare in libertà, altrimenti commetterebbe nuovi delitti'.

Nonostante Chiatti non si sia mai pentito, in carcere si è comportato sempre come un detenuto modello, fatto che gli dà il diritto di usufruire della legge Gozzini che, nel caso di prigionieri esemplari, permette una riduzione della pena di 45 giorni ogni sei mesi, moltiplicati per il numero di anni di reclusione.

Foto: facebook.com

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017