Excite

Mozart potrebbe essere morto a causa di una semplice infezione batterica

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Annals of Internal Medicine il celebre compositore Wolfang Amadeus Mozart sarebbe stato ucciso da una banale infezione da Streptococco, che oggi si curerebbe in pochi giorni con un antibiotico. A rendere plausibile questa ipotesi i sintomi lamentati dal musicista e un'attenta analisi storica delle cause di morte della popolazione viennese nel periodo che va dal novembre 1791 al gennaio 1792. Il capo del gruppo di studio, Richard H. C. Zegers, ha spiegato: "Come tutti, abbiamo considerato i sintomi, ma anche quello di cui moriva la gente a Vienna in quegli anni".

Da quanto è risaputo Mozart, non ancora trentacinquenne, si ammalò a Vienna il 22 novembre del 1791 due giorni dopo la sua ultima esibizione pubblica e morì la mattina del 5 dicembre. Come sottolineato dal quotidiano Il Corriere della Sera, le testimonianze dei presenti sono state registrate solo anni più tardi, il che ha reso complicata l'analisi dei sintomi. Secondo quanto raccontato dalla cognata il corpo del musicista, colpito da febbre alta, si era gonfiato a dismisura. A quanto pare la causa della morte fu indicata come "febbre ed eritema". Nel corso degli anni si è poi parlato di veleno, sifilide, degli effetti di un trattamento con sali di mercurio, di febbre reumatica, di insufficienza renale, di infezione causata da un salasso, di infezione da larve dovuta al consumo di carne di maiale poco cotta.

Ma secondo quanto emerso dallo studio effettuato, tra il novembre 1791 e il gennaio 1792 le morti avvenute a Vienna sono state determinate soprattutto da tubercolosi, fame, edema (gonfiore dei tessuti sottocutanei), malesseri gastrointestinali e malattie vascolari (ictus). In particolar modo nell'inverno 1791-92 è stata notata una maggiore incidenza di edema, cosa che ha fatto pensare a una piccola epidemia di una malattia infettiva. Gli altri sintomi che pare siano stati avvertiti da Mozart, come nausea, dolori di schiena, eritema, sono compatibili con un'infezione da streptococco, contro cui la medicina moderna avrebbe di certo agito con successo.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016