Excite

Mr Ikea, un libro ne svela il lato oscuro

Il libro "Sanningen om Ikea" (la verità sull'Ikea), di Johan Stenebo, ha gettato un ombra su colui che viene considerato Mr Ikea, ossia Ingvar Kamprad, 83 anni e fondatore della nota multinazionale produttrice di mobili low cost. Per anni Stenebo è stato braccio destro di Kamprad, ma con il suo libro non ha esitato a lanciare dure accuse. Secondo quanto scritto da Stenebo, Mr Ikea utilizzerebbe metodi degni della Stasi, i servizi segreti della Germania dell'Est.

Come riportato da Il Corriere della Sera, l'ex braccio destro di Kamprad ha scritto: "La ditta si fa guidare meglio, se Kamprad si presenta come un asceta e un vecchio sciocco". Quanto affermato da Stenebo suona comq qualcosa di puttosto inquietante. L'ex braccio destro di Mr Ikea, infatti, ha sottolineato di temere ritorsioni ritorsioni "perché l'Ikea non è un colosso qualsiasi: con i suoi 135mila dipendenti in 44 Paesi è di proprietà esclusiva della famiglia ed è guidata dall'onnipotente Ingvar Kamprad come fosse una setta. C'è una legge non scritta per i vertici da Ikea: lealtà a Ingvar fino alla morte".

Secondo quanto sostenuto da Stenebo, Kamprad non rilascia quasi mai interviste e, nel caso, solo a giornalisti selezionati; ha una fitta rete di informatori; non permette di fare carriera ai dipendenti non svedesi, chiamati "negri". Affermazioni dure che al momento non hanno ricevuto né conferme né smentite. Ma al Corriere.it Ikea Italia ha inviato un comunicato: "In riferimento a recenti commenti sulla politica delle risorse umane del gruppo, Ikea Italia precisa che nei suoi negozi, così come nelle altre realtà in cui opera, la politica di reclutamento e i percorsi di carriera valorizzano in modo assoluto l'integrazione tra cittadini di sesso, nazionalità e etnie diverse. Tanto che Ikea è spesso citata fra i migliori esempi per l'applicazione del concetto di diversità sui luoghi di lavoro. L'obiettivo dichiarato è che le risorse umane in Ikea, in qualsiasi Paese e continente, siano lo specchio del territorio e della società in cui Ikea opera. Attualmente, a livello di gruppo, 234 dei 267 negozi in tutto il mondo sono diretti da manager non svedesi, così come non sono svedesi 17 dei 25 amministratori delegati nelle nazioni in cui Ikea è presente con la sua rete commerciale".

Stenebo è entrato all'Ikea di Amburgo venti anni fa, ha fatto una rapida carriera ed è riuscito ad arrivare in poco tempo ai vertici dell'azienda, fino a diventare l'assistente personale di Kamprad; nove mesi fa, però, è avvenuta la rottura. Dal 2008 Stenebo era a capo della divisione GreenTech, nata da poco e il cui obiettivo era portare entro 2-4 anni sugli scaffali Ikea materiali ecologici come i pannelli solari. Sembra che con questo libro l'ex braccio destro di Mr Ikea abbia voluto sputare i bocconi amari che, a quanto pare, in tanti anni ha dovuto ingoiare. Chissà se l'83enne Kamprad replicherà e, in tal caso, come.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016