Excite

Muro contro gay a Thiene, Vicenza

Finora nessun provvedimento è stato in grado di fermare gli spettacoli hard del parcheggio Pasubio di Thiene, un'area verde di sosta dell'autostrada A31 Valdastico, abituale ritrovo di coppie omosessuali e visibile, come riporta il Giornale di Vicenza, da chi in bici o in auto attraversa un cavalcavia che passa a pochi metri dal parcheggio. Un problema che Marita Busetti, il sindaco leghista di Thiene, è pronta a risolvere facendo ricorso ad un muro da costruire intorno al parcheggio "Le abbiamo provate tutte, senza risultati, allora passeremo alla maniere forti - dice la Busetti - faremo alzare un muro tutt'attorno all'area".

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è caduta quando martedì un dipendente comunale, in compagnia delle figlie, ha scorto due uomini durante un amplesso "Una scena dall'impatto violento, che ha sconvolto le due piccole. E un episodio simile era successo appena qualche giorno prima. Mi sento vicina a tutti i Comuni del Veneto che sono stati costretti a prendere iniziative simili", spiega il Sindaco riferendosi al muro anti-spaccio eretto in via Anelli dal collega padovano Flavio Zanonato "Non ce l'ho con i gay in generale - continua la Busetti - come penso non ce l'avesse Gentilini ("pulizia etnica contro i culattoni", ndr). La nostra non è discriminazione, ma tutela della cittadinanza e del senso del pudore".

Le intenzioni del Sindaco di Thiene sono state stigmatizzate da Alessandro Zan, presidente di Arcigay veneto, che parla di "trovata malsana e propagandistica e che conferma il Dna razzista e violento della Lega Nord. E' giusto punire gli atteggiamenti contro la pubblica decenza, ma addirittura erigere un muro antigay significa additare in maniera negativa un intero gruppo di persone. Il sindaco di Thiene strumentalizza la questione, facendo leva sui più bassi istinti razzisti della gente per ottenere consenso e visibilità. La vera soluzione è offrire luoghi di socializzazione e incontro, in modo che non nascano rifugi di gente disperata. Questi parcheggi - conclude Zan - sono posti di disperazione frequentati anche da molti padri di famiglia". Il parcheggio è segnalato anche in una guida internet con tanto di commenti espliciti, non manca chi lo considera un luogo molto pericoloso per la presenza di rapinatori armati di taglierino.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016