Excite

Naike Rivelli e il nudo didattico: tutti i pretesti artistici per mostrare il seno

  • Twitter

di Simone Rausi

Ditelo agli psicologi che non importa come si crescono i figli che poi tanto ognuno sceglie la propria via e il proprio individualismo vien fuori. L’individualismo di Naike Rivelli ha una terza abbondante e due chiappe da mettere sempre in mostra. E poco importa che quella santa donna della Muti le abbia fatto fare la Scuola internazionale di Teatro o che Ettore Scola l’abbia presa sotto la propria ala per il debutto cinematografico. Se dentro di te hai un’anima selfie non ci sono palcoscenici che tengono. Agli abiti di Clizia della Mandragola preferirai sempre un bel perizoma su Instagram, agli spettatori dell’Arcimboldi preferirai i follower su Twitter.

Naike Rivelli nuda su Twitter

Naike nostra ci ha anche provato: ha sfilato per Armani, Dior e Cartier, ha lavorato per registi internazionali ma il fascino del selfie era sempre lì che bussava, il sacro fuoco della polemica le bruciava dentro, sentiva scorrere forte dentro di sé l’energica forza del chiacchiericcio social. Così ha comprato uno smartphone e ha deciso di scegliere da sé i ruoli da interpretare. È diventata sexy contadinella, poi sexy geisha, poi sexy icona rock. Si è persino calata nella difficile parte della sexy insegnante di Yoga (e badate bene che far svettare in alto i capezzoli nella posizione dell’albero non è mica roba da tutti, altro che metodo Stanislavskyj).

Fossero almeno nudi fatti per il semplice piacere di farlo uno ci avrebbe anche trovato un senso. Ma dietro gli scatti bollenti della Rivelli c’è sempre un pretesto ludico-didattico. Se la Rivelli simula un rapporto con il modello di turno lo fa solo per promuovere il nuovo videoclip della sua nuova carriera di cantante. Se la figlia della Muti pubblica una foto in bianco e nero dei suoi seni è soltanto per citare “Un ricordo di set tra un cheescake e l’altro…”. Ma il pretesto più alto è sicuramente l’arte…

La Rivelli invita i suoi utenti a leggere Kipling e lo fa regalando una panoramica sul lato B. Afferma di amare il filosofeggiare di Eckhart Tolle e quindi, perché no, ci mette in mezzo un bel seno. Che il concetto di nudo artistico sia vagamento abusato? Se accosti alla foto di una tipa vestita solo di stivali di pelle in aperta campagna il nome di un pittore dell’Indocina la sexy contadinella resta tale…

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017