Excite

Napoli: 100 uomini, ogni notte, cercano minori per sesso. I dati choc e le storie sulla pedofilia pubblicati da "Il Mattino"

  • Sky

di Simone Rausi

Ogni notte ogni maledetta notte, ci sono almeno cento napoletani che si mettono in cerca di minorenni per avere rapporti sessuali. Forse sono di più, anzi sicuramente sono di più”. Il dato allarmante lo rivela il capitano Pagnano, una donna e una mamma, al quotidiano di Napoli “Il Mattino”. La Pagnano fa parte dell’Unità Operativa Tutela Minori della Polizia Municipale. Sono loro ad occuparsi dei più piccoli e della loro difesa. Quello che raccontano a un cronista del giornale partenopeo è agghiacciante.

Guarda le foto shock delle principesse Disney vittime di abusi

Le storie sono testimonianze in presa diretta di quanto accaduto per le strade (e nelle case) del capoluogo campano negli ultimi mesi. C’è chi racconta di un uomo sopreso “seminudo nella sua auto mentre ansimava su una bambina”. Era l’ora di pranzo e intorno passavano tante auto. Lui, “l’orco” come viene definito dal gruppo della Municipale, aveva chiesto un permesso di un’ora per andare a trovare la figlia in ospedale che aveva la stessa età della ragazzina fermata in strada. Non sempre gli agenti dell’Unità Operativa Tutela Minori riescono ad intervenire, come quella volta in cui, di ritorno da un turno di notte, hanno seguito un uomo che, al bar, aveva avuto atteggiamenti troppo intimi con un ragazzino. L’uomo, era ubriaco e senza slip. Il minore, invece, aveva 14 anni. Per la squadra era stato impossibile dimostrare che i due avessero passato la notte insieme specie se si considera che la famiglia del ragazzo non si era nemmeno preoccupata dell’assenza del figlio.

Sul portale online del Mattino, il capitano Pagnano stila l’identikit di vittime e carnefici. I ragazzini sono spesso consenzienti, si tratta di giovanissime minorenni nigeriane costrette a prostituirsi o di bambini rom che – come spiega Pagnano – “Non si vergognano” in quanto “le molestie, per loro, non hanno valore: loro sono certi di non fare nulla di male […] gli uomini li molestano in qualunque altra maniera”. Gli “orchi”, invece, sono padri di famiglia, con mogli e figli della stessa età dei loro amanti. Appartengono al ceto medio – alto, il più delle volte sono professionisti anche affermati e prediligono le giovani orientali in quanto “sembrano più piccoline”.

Una realtà che lascia di sasso e che non esiste certo solo nel capoluogo campano. I numeri che “Il Mattino” ha pubblicato fanno riferimento alla città partenopea ma basta considerare che, in Europa, 1 bambino su 5 è vittima di abusi (stima del Consiglio d’Europa) e che in Italia, i casi di pedofilia denunciati all’autorità giudiziaria superano il migliaio ogni anno (Istat) per capire quanto sia diffuso questo orrore.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017