Excite

Napoli, 24enne ucciso in un agguato: nessuno ha chiamato i soccorsi

  • Getty Images
Domenico Aporta, 24 anni, è il giovane ucciso a Napoli in un agguato che sembra essere legato alla camorra. Il delitto è avvenuto nel quartiere di Secondigliano, in via Monte Faito. La vittima, secondo le informazioni riferite dalla Polizia di Stato, aveva dei precedenti penali ed era probabilmente legato a un clan della zona.

Il video in cui un killer di camorra viene incastrato

Il fratello 21enne di Domenico Aporta è stato colpito al braccio riportando una ferita per cui è stato ricoverato. Secondo la sua testimonianza, però, non era nello stesso posto in cui è avvenuto l'agguato. La Polizia sta quindi cercando di raccogliere gli elementi per verificare l'attendibilità di queste informazioni, nonostante la scarsa collaborazione dei residenti della zona. Uno dei particolari emersi è che il corpo senza vita di Aporta è rimasto a lungo a terra: nessuno ha avvisato i soccorritori. Forse nessuno ha voluto esporsi, nel timore di essere scoperto.

L'unica certezza è che a Napoli si ricomincia a morire durante agguati che sembrano riconducibili alla malavita. Nelle ultime settimane, infatti, il bilancio è salito a due vittime nel solo quartiere di Secondigliano. Andrea Saraiello, 26 anni, è stato ucciso da un colpo di arma da fuoco lo scorso 19 settembre. Un segnale non incoraggiante per quanto riguarda la legalità nel capoluogo campano.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017