Excite

A casa di Totò si spacciava marijuana

Il 'principe della risata' Antonio De Curtis, in arte Totò, avrebbe trovato la frase giusta per commentare con un sorriso uno dei tanti episodi di cronaca della città partenopea. Chissà cosa avrebbe pensato sapendo che la Polizia ha arrestato due pusher nel palazzo dove è nato.

Al civico 109 di via Santa Maria Antesecula, nel quartiere Sanità di di Napoli, si nascondeva una base di spaccio di droga. Il luogo è meta di pellegrinaggio, per gli appassionati dell'attore napoletano, e il via vai di gente non era solo dovuto alla curiosità di scoprire le origini dei uno degli artisti più amati.

Proprio in quell'edificio, Anna Clemente diede alla luce Antonio, frutto di una relazione clandestina con Giuseppe de Curtis, che riconobbe il grande attore solo qualche anno dopo la sua nascita. E proprio in quell'edificio è stata arrestata una coppia di coniugi: Giovanni Quagliozzi, 27 anni, e Rita Aprea, 23 anni. I due sono accusati di spaccio di droga e mentre l'uomo resta in carcere in attesa di giudizio, la donna è già stata rilasciata per scontare gli arresti domiciliari, in quanto ha una figlia di 19 mesi.

Nella casa dei due giovani sono stati trovati in possesso di oltre 2 chili di marijuana e nove piante fresche, di oltre un metro di altezza. Al blitz della Polizia i pusher hanno provato a sbarazzarsi del bottino lanciandolo dalla finestra , ma è stato difficile nasconde le piante e le 2 lampade fotostimolanti, complete di pannelli riflettenti e 2 ventole di aerazione. In questo caso Totò potrebbe aiutare lo spacciatore rassicurandolo: 'In carcere, con rispetto parlando, stavo tra persone perbene'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017