Excite

Napoli, studentessa investita dal bus muore a 15 anni

Erano apparse subito gravi le condizioni di salute di Federica Iacono, la quindicenne che ieri è morta dopo esser stata investita dal un autobus a Pianura, un quartiere di Napoli. La giovane si stava recando a scuola quando ha tardato nello scendere ed è rimasta incastrata nelle porte del mezzo con il suo zainetto.

L'autista non si è accorto della giovane e ha fatto ripartire il bus C12 dell’Anm, solo le urla dei passeggeri l'hanno allarmato e costretto a fermarsi immediatamente, ma ormai la ragazza era stata investita. A soccorrerla per primo è stato il conducente del pullman che stava dietro, il quale ha tentato di fermare l'emorragia alla gamba. La corsa all'ospedale San Paolo e gli interventi chirurgi, per lo sfondamento del bacino e per attutire il forte trauma addominale, non le hanno, però, salvato la vita.

Il conducente del C12 era stato ricoverato per un forte shock subito dopo l'incidente ed è stato sottoposto ad esami tossicologici e alcolemici, al momento è indagato per omicidio colposo. Secondo alcuni testimoni l'uomo sconvolto avrebbe dichiarato: 'Non mi sono accorto di niente. Pioveva a dirotto. Ho solo chiuso le porte. Io sono morto con lei, oggi'.

Gli autobus della città oggi mostreranno un segno di lutto e Antonio Simeone, il presidente dell'Anm, cerca di proteggere la sua squadra con il dovuto rispetto alla famiglia di Federica: 'È stato un tragico incidente. Ricostruendo la dinamica, non ravvisiamo alcuna responsabilità del nostro personale. Siamo vicini, come uomini e come genitori, alla famiglia'.

Foto: Tgcom

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017