Excite

No Tav, gravissimo il leader dei manifestanti

  • Infophoto

E' in condizioni gravissime Luca Abbà il leader storico del movimento no Tav, caduto questa mattina da un traliccio dell'alta tensione in Val Susa: l'uomo è rimasto folgorato da una fortissima scossa elettrica ed è precipitato da un'altezza di 15 metri. Trasportato al CTO di Torino in elicottero, le sue condizioni sono apparse immediatamente critiche.

Secondo quanto hanno riferito i medici del 118, le condizioni del leader No tav "sono gravissime per traumi da caduta e ustioni gravi da folgorazione".

Abbà, insieme ad altri manifestanti, si era recato questa mattina a Chiomonte, dove alle 8 di mattina erano cominciati i lavori per l'allargamento del cantiere Tav, e per protestare contro lo sgombero della baita, da mesi punto di ritrovo degli attivisti, è salito sul traliccio.

Stasera, alle 21, ci sarà una fiaccolata da Giaglione alla baita in Clarea, con l'intenzione di portare piu' persone possibile a trascorrere accanto alle reti del cantiere la notte. In caso di sgombero del presidio-baita, gli attivisti stanno preparando azioni di resistenza passiva e di protesta che saranno concordate al momento.

Poco prima che Luca Abbà precipitasse dal traliccio, era stato raggiunto telefonicamente da uno radio per documentare in diretta quanto stava accadendo (ascolta l'audio sotto): "Mi sono arrampicato sul traliccio dopo essere sfuggito ai controlli. La situazione è tranquilla e non vedo violenze. Sono riuscito a svicolare. Mi guardavano attoniti. Gliel'ho fatta sotto il naso un'altra volta".

Ascolta Luca Abbà poco prima dell'incidente (da notav.info)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017