Excite

Nobel Letteratura 2012 a Mo Yan, le critiche di Ai Weiwei

  • YouTube

Sempre molto atteso, il premio Nobel per la Letteratura 2012 è stato assegnato dalla Fondazione norvegese al cinese Mo Yan, autore del romanzo Sorgo Rosso, da cui il regista Zhang Yimou ha tratto l'omonimo film, vincitore dell'Orso d'Oro a Berlino nel 1988 e nello stesso anno candidato all'Oscar come miglior film straniero.

Mo Yan elogia Italo Calvino: "Avrei voluto scrivere io 'Il barone rampante'"

Premiato per il suo "realismo allucinatorio", che "fonde fiabe popolari, storia e contemporaneità", Mo Yan - che è lo pseudonimo di Guan Moye e significa "Colui che non vuole parlare" - per la prima volta rende orgogliosa la Cina per un Nobel, dopo quello per la Letteratura del 2000 assegnato allo scrittore dissidente in esilio in Francia Gao Xingjian e quello per la Pace del 2010 a Liu Xiaobo (condannato a 11 anni di carcere per avere criticato il sistema a partito unico). Un premio, quest'ultimo, che ha segnato la drastica rottura dei rapporti tra Norvegia e Cina, al punto che il paese di Hu Jintao da allora non importa neppure più i salmoni dallo stato europeo.

"Primo scrittore cinese residente in Cina ad aver ottenuto il Nobel" ha titolato invece oggi in pompa magna CCTV, seguita a ruota da tutti i principali organi di informazione, suscitando le critiche dell'artista Ai Weiwei, che di Mo Yan ha detto: "Fa parte del sistema", riferendosi a episodi come la scelta dello scrittore di disertare la Fiera del Libro di Francoforte nel 2009 per la presenza di 'colleghi' dissidenti e la partecipazione alle commemorazioni per Il discorso del 1942 di Mao Zedong.

Il Premio Nobel 2012 per la Medicina a Yamanaka e Gurdon

Se non apertamente 'contro', Mo Yan non può comunque neppure essere definito 'a favore' del governo cinese: piuttosto, questo autore che nel 1993 ha sceneggiato il film Addio mio concubina, Palma d'oro al 46º Festival di Cannes, è un intellettuale moderato, attento osservatore della realtà che lo circonda, che poi racconta con veridicità imparziale - e quindi non prona al regime - nei propri libri.

In Italia sono usciti sei suoi romanzi: oltre al già citato Sorgo Rosso, è possibile trovare anche Grande seno, fianchi larghi, Supplizio del legno di sandalo, L'uomo che allevava i gatti, Cambiamenti e Le sei reincarnazioni di Ximen Nao, mentre nel 2013 arriverà in libreria la sua ultima fatica, Le Rane.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017