Excite

"Non farmi rubare", il manifesto per i film digitali

Gli amanti del cinema contro la pirateria, a condizione che l'industria cinematografica venga loro incontro: questo il manifesto per il consumo digitale pubblicato sul sito 'Don't make me steal', in italiano 'Non fatemi rubare', che in questi giorni ha suscitato l'interesse pubblico.

Aderendo al manifesto ci si impegna nel non scaricare film illegalmente ma a patto che in futuro le major rispettino alcune condizioni, legate al prezzo del biglietto e alle date d'uscita dei film nelle sale nei vari paesi.'Siamo convinti che i distributori siano leggermente fuori strada. ci vedono come dei nemici. Ma non lo siamo! Noi li amiamo i film! E la maggior parte di noi capisce che i film hanno un costo da sostenere' recita il manifesto pubblicato anche su La Stampa.

In particolare, i criteri rischiesti dagli adesori cono cinque: prezzi trasparenti, dal biglietto del cinema fino al noleggio e alla vendita del dvd; poter usufruire dell'audio in tutte le lingue in cui il contenuto viene rilasciato; il vantaggio di poter godere del prodotto subito, senza pubblicità; l'uscita globale nelle sale, senza differenze tra i vari paesi; infine una condizione legata ai diritti, che permetta di guardare un film con qualsiasi dispositivo e senza distinzioni di formato.

Lo scorso 3 febbraio un gruppo di appassionati di cinema si è riunito a Ginevra per lanciare la raccolta di firme sul web. In pochi giorni ha raccolto 14 mila adesioni. Malgrado per alcuni produttori cinematografici i punti in questioni sembrino inaccettabili, sembra sempre più evidente che in futuro dovranno aprirsi al dialogo per l'interesse comune, ossia salvare il mercato cinematografico dal fallimento.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017