Excite

Nubifragio a Roma, la pioggia blocca la Capitale: 1 morto

  • LaPresse

Roma colpita da un violento nubifragio. La Capitale in tilt per il forte temporale che ha causato l'allagamento delle strade e ha completamente bloccato il traffico. In tilt il trasporto pubblico. A causa di problemi al sistema fognario dovuti alla pioggia sono state chiuse sette stazioni della Metro A e parte della Metro B. Secondo quanto fatto sapere attraverso una nota, la chiusura si è resa necessaria a causa della grande quantità di acqua che, non trovando una via di fuga nel sistema fognario, si è riversata nelle stazioni rischiando di compromettere la sicurezza degli utenti.

Video: via Tiburtina diventa un fiume

Ed anche il servizio degli autobus ha fatto registrare grandi problemi, in particolare nella parte nord e sud della città. Per non parlare dei forti disagi che hanno dovuto affrontare gli automobilisti. In diversi casi sono rimasti, con la propria auto, bloccati nell'acqua. Come accaduto davanti alla Bocca della Verità, in pieno centro storico.

Il meteo di Excite

I social network sono stati presi d'assalto e gli utenti hanno aggiornato il proprio status descrivendo il caos in cui si sono trovati coinvolti. C'è chi ha parlato dell'incredibile situazione delle strade, chi degli allagamenti, chi ha postato immagini piuttosto eloquenti. La Capitale è finita in preda al delirio.

Sono state sufficienti poche ore per gettare la città nel caos. La pioggia aveva già cominciato a farsi vedere nella serata di ieri, ma niente di preoccupante. Durante la notte, poi, il cielo è stato illuminato da fulmini e il rumore sordo dei tuoni ha accompagnato l'affacciarsi dell'alba. Ma il peggio è arrivato intorno alle sette del mattino. Un violentissimo temporale si è abbattutto su Roma mendando subito in tilt il traffico. Ad essere maggiormente colpiti i municipi XX, XIX e VII.

Immediatamente sono stati presi d'assalto i taxi e in poco tempo le linee telefoniche sono andate in tilt. Non si contano, poi, le chiamate ai vigili del fuoco e agli agenti della polizia municipale. Soprattutto per segnalare allagamenti di strade e scantinati, rami o alberi caduti e pali pericolanti.

Problemi anche al traffico aereo. Tanto che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non è potuto partire alla volta di Pisa dove era atteso alle 10 per inaugurare la Domus Mazziniana.

E il bilancio si aggrava nel corso della mattinata con la notizia di un morto: un 32enne annegato nel suo seminterrato, nella zona dell'Infernetto.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017