Excite

Nuovo Papa 2013 è Jorge Mario Bergoglio, Francesco I

  • YouTube

19.06: fumata bianca e Piazza San Pietro è esplosa. Una folla letteralmente in delirio ha festeggiato la voluta di fumo che si è levata dal comignolo sul tetto della Cappella Sistina, in coincidenza della quinta votazione, annunciando l'elezione del nuovo vescovo della Chiesa di Roma, Jorge Mario Bergoglio, ovvero Papa Francesco.

Papa Francesco: le foto del nuovo Pontefice

Subito l'elezione sono stati lunghi minuti d'attesa, con le migliaia di persone presenti - fino anche in tutta via della Conciliazione - che hanno intonato canti e balli, scandendo "Viva il Papa! Viva il Papa!" e facendo sventolare le bandiere dei rispettivi Paesi d'origine, fino a che il cardinale e arcivescovo francese Jean-Louis Pierre Tauran, affacciandosi dalla Loggia centrale della Basilica di San Pietro, ha annunciato l'Habemus Papam, scandendo il nome di Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco. Il nuovo Pontefice, quindi, si è palesato ai fedeli per il saluto e la benedizione Urbi et Orbi.

"Fratelli e sorelle, buonasera", sono state le prime parole del nuovo Pontefice, che si è rivolto alla folla di fedeli con una voce e un atteggiamento definiti dai vaticanisti "di grande umiltà". "Sapete che il dovere del conclave era di dare un vescovo a Roma", ha proseguito Papa Francesco, aggiungendo: "Sembra che i miei fratelli cardinali sono andati a prenderlo alla fine del mondo" e concludendo: "Vi ringrazio per l'accoglienza". Il Pontefice ha quindi rivolto un pensiero al suo predecessore, Benedetto XVI, chiedendo alle migliaia di persone presenti in Piazza San Pietro: "Preghiamo insieme per lui perché il Signore lo benedica e la Madonna lo custodisca".

Poi, al momento dell'Urbi et Orbi, Francesco ha detto ai fedeli: "Vi dò la benedizione, ma vi chiedo un favore. Prima che il vescovo benedica il popolo, vi chiedo che voi preghiate il Signore perché mi benedica. Facciamo in silenzio questa preghiera di voi su di me", dopodiché si è inginocchiato con le braccia e la fronte appoggiate al loggione della Basilica e sull'intera piazza è sceso un silenzio quasi irreale. "Incominciamo questo cammino della chiesa di Roma, vescovo e popolo, di fratellanza, amore, fiducia tra noi", ha ripreso quindi il nuovo Pontefice, invitando ancora una volta tutti a pregare "sempre per noi, l'uno per l'altro, perchè vi sia una grande fratellanza".

Impartita l'Urbi et Orbi, Francesco si è accomiatato dalla folla dicendo: "Fratelli e sorelle vi lascio" e porgendo "tante grazie per l'accoglienza". "Pregate per me e ci vediamo presto", ha ripetuto, concludendo: "Domani voglio pregare la Madonna perché custodica Roma. Buonanotte e buon riposo".

Nato a Buenos Aires il 17 dicembre 1936, Jorge Mario Bergoglio è di origini piemontesi ed è stato ordinato sacerdote il 13 dicembre 1969. E' stato rettore della Facoltà di Teologia e Filosofia di San Miguel e, dopo una parentesi di studio in Germania per completare il dottorato, è rientrato a Cordoba, dove è diventato direttore spirituale e confessore della locale chiesa della Compagnia di Gesù: Papa Francesco, infatti, è un gesuita e nelle vesti di esponente dell'ordine è stato nominato nel 1992 vescovo ausiliare di Buenos Aires e titolare di Auca e nel 1997 arcivescovo coadiutore di Buenos Aires.

Dai primi commenti usciti immediatamente dopo la sua nomina a nuovo Pontefice, sembra che Jorge Mario Bergoglio fosse tra i papabili già nel 2005 e che, anzi, Benedetto XVI sia salito al soglio di Pietro proprio perché lui stesso avrebbe domandato ai cardinali di non essere eletto, poco prima della quarta votazione. Alcuni insider sostengono che l'allora porporato abbia fatto la richiesta ai suoi pari praticamente in lacrime. Di sicuro Papa Francesco è considerato da tutti un personaggio assolutamente low profile e i vaticanisti sostengono che la sua elezione sia non solo un segnale di apertura alla Chiesa dell'America Latina, quanto soprattutto uno di chiusura con il passato e con gli scandali che hanno travolto la Curia di Roma.

In attesa di vedere se Bergoglio inaugurerà davvero un nuovo corso, le prime reazioni sono state tutte positive. Il Presidente Giorgio Napolitano si è detto "colpito ed emozionato" dalle "parole semplici" del nuovo Papa e allo stesso modo i fedeli assiepati in Piazza San Pietro hanno definito il Pontefice "semplice, alla mano, spontaneo e disponibile", ritenendo un "bellissimo segnale che abbia scelto di rifarsi a San Francesco". Una volontà confermata anche da Padre Lombardi, che ha detto che la scelta del nome Francesco esprime "semplicità e testimonianza evangelica".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017