Excite

N.Zelanda, Motel vietato a intera città

"Per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno". Deve essere stato un ragionamento del genere che ha portato la direzione del Supreme Motor Lodge di Palmerston North, Nuova Zelanda, a mettere al bando dall'albergo i 16 mila abitanti di Wainuiomata, parlamentari compresi, rei di essere concittadini di una comitiva "troppo maleducata" che ha creato non pochi problemi agli inservienti dell'Hotel.

La vicenda è venuta alla luce quando Steve Donnelly, proprietario dell'albergo, ha messo alla porta un parlamentare che aveva tentato di prenotare una delle 51 stanze, per lo più frequentate da famiglie. Donelly è stato accusato di razzismo, avendo violato lo Human Rights Act che proibisce ai titolari di alberghi di discriminare in base alla razza.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016