Excite

O'Brien, il cardinale accusato di molestie confessa: "Condotta sessuale scorretta, mi scuso"

  • Getty Images

Sarà assente al Conclave che eleggerà il nuovo Papa e proprio alla vigilia delle prime Congregazioni dei porporati sotto la guida di Angelo Sodano, il cardinale scozzese Keith O'Brien, accusato di molestie nei confronti di quattro prelati, ha deciso di confessare: "Ci sono momenti in cui la mia condotta sessuale è stata al di sotto degli standard che ci si aspettava da me in quanto prete, arcivescovo e cardinale. Mi scuso con chi ho offeso".

Dimissioni del Cardinale O'Brien, accusato di molestie: "Non parteciperò"

Un'ammissione clamorosa, quella di Keith O'Brien, che forse non sarebbe mai emersa se il Benedetto XVI, prima che le sue dimissioni diventassero operative, non avesse di fatto costretto il cardinale a rinunciare al Conclave. L'ex capo della Chiesa Cattolica britannica era stato accusato di violenza sessuale da quattro ex seminaristi, per fatti che risalgono agli anni '80: testimonianze gravissime, che hanno allarmato al Santa Sede tanto da indurrre lo stesso O'Brien a fare un passo indietro, rassegnando le sue dimissioni (comunque già previste per ragioni di età per la fine di marzo) e quindi rinunciando a partecipare al Conclave.

Conclave 2013, dossier segreto preoccupa i cardinali: "Dobbiamo conoscere Vatileaks"

O'Brien aveva provato a difendersi attivando i suoi legali per contestare quelle accuse terribili, che lo descrivono come protagonista di "comportamenti inappropriati" nei confronti di tre preti e di un ex-sacerdote, vittime delle sue molestie durante i momenti di preghiera serali o altre occasioni di intimità spirituale in seminario. Per uno di loro il trauma è stato talmente forte da necessitare per anni dell'assistenza di uno psicologo. O'Brien ha provato ad opporre resistenza nei confronti dello scandalo che montava. Poi però ha ceduto sotto le pressioni del Vaticano.

Conclave 2013: patto segreto tra i Cardinali? Le quote dei bookmakers

La sua ammissione anima l'ennesimo scandalo sulla pedofilia che getta pesanti ombre sulla Chiesa cattolica: "Negli ultimi giorni le accuse nei miei confronti sono state rese pubbliche - ha dichiarato il Cardinale - In un primo momento, la loro natura non specifica e anonima mi ha indotto a contestarle. Ora tuttavia voglio cogliere questa opportunità per ammettere che ci sono stati momenti in cui la mia condotta sessuale è caduta al di sotto degli standard da me richiesti, in quanto prete, arcivescovo e cardinale".

Nella sua confessione pubblica, l'ex arcivescovo di Edimburgo, noto peraltro per le sue posizioni severe sui temi dell'omosessualità, si è rivolto proprio alle sue vittime e a tutta la comunità cattolica che per anni ha amministrato: "Porgo le mie scuse e domando il perdono a coloro che ho offeso, e chiedo scusa anche alla Chiesa cattolica e al popolo di Scozia". Un mea culpa, quello di O'Bien, che non a caso arriva a pochi giorni dalla partenza del Conclave.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017