Excite

Olesya Zhukovskaya, l'infermiera ucraina "muore" su Twitter: annuncio in diretta dopo un colpo di proiettile

  • Twitter

L'Europa intera guarda con preoccupazione a quella che somigla sempre più ad una guerra civile in Ucraina, dove da settimane sono in corso scontri e massacri tra i manifestanti filoeuropei e forze governative. Dopo una breve tregua sono riprese le rivolte con un crescendo di violenza che ha fatto già 100 morti in pochi giorni secondo i manifestanti. E nell'era dei social network anche la morte è raccontata via Twitter.

Infermiera ucraina annuncia la sua morte su Twitter dopo un colpo di proiettile: i tweet

E' quello che è successo all'infermiera ucraina Olesya Zhukovskaya, appena 21 anni, che ha affidato ad un tweet i suoi ultimi istanti di vita: "Muoio" è il messaggio che ha scritto sul suo account dopo essere stata colpita da un proiettile al collo. Nel momento più drammatico della sua vita ha voluto mostrare al mondo una foto che la ritrae mentre tiene una mano sulla ferita e con l'altra regge il telefonino per scattare. Il tutto mentre la sua giacca bianca si ricopre di sangue.

Rivolta in Ucraina, duri scontri in piazza a Kiev: le foto

In piazza contro il governo di Kiev, Olesya Zhukovskaya non ha rinunciato al grido disperato di protesta anche dopo essere stata gravemente ferita. Il suo tweet, che ha generato in poco tempo decine di migliaia di condivisioni, è stato ripreso dai media internazionali come icona della crudezza del conflitto che contrappone il popolo ucraino e al regime.

Per fortuna, nonostante in rete si fossero diffuse notizie della sua morte, quello non sarà il suo ultimo tweet: la giovanissima crocerossina si è salvata. Trasportata in ospedale, è stata sottoposta ad un'operazione d'urgenza che è perfettamente riuscita. La conferma è arrivata anche stavolta va Twitter, attraverso il messaggio di una sua amica, V. Bogyslavska: "Olesya è viva, di sicuro. L’operazione è andata bene".

Una storia che ha fatto il giro del mondo ed è diventata iconica di un’escalation di violenze destinata, sembra, a non placarsi nel breve tempo. Il Consiglio Ue Affari esteri ha trovato un accordo per "procedere rapidamente a sanzioni contro i responsabili delle violenze", come ha comunicato il ministro Emma Bonino. La Casa Bianca è intervenuta chiedendo al presidente ucraino di "ritirare le sue forze di sicurezza" dalle strade e rispettare i diritti dei manifestanti.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017